breaking news

Siracusa| Contrada Tivoli, la barbarie continua

19 Gennaio 2018 | by Redazione Webmarte
Siracusa| Contrada Tivoli, la barbarie continua
Cronaca
'
0

Pochi giorni fa in contrada Tivoli a Siracusa, sono stati avvelenati ed uccisi quattro cani di quartiere, da personaggi ignobili che hanno pensato così di “risolvere” l’annoso tema del randagismo, nonostante le attenzioni prestate giornalmente ai cagnolini da volontari delle associazioni animaliste, uccidendoli probabilmente con del “lumachicida”.

La vicenda è stata segnalata da una volontaria degli Aninalisti Italiani Onlus che ha subito avvertito i vigili urbani che hanno segnalato il caso al veterinario di turno dell’Asp 8. Al termine del loro intervento è stata disposta l’autopsia per almeno due dei quattro cani e le carcasse degli animali inviate a Palermo. Non appena si conoscerà l’esito degli esami autoptici tra circa quindici giorni, verrà inoltrata una denuncia contro ignoti.

Contrada Tivoli, è uno degli esempi più ignobili del modo di “esprimersi” della barbarie umana contro animali indifesi come i “randagini”: “Ci vorrebbero maggiori controlli in quella zona – avvisano gli Animalisti – così come in tutte le altre zone periferiche della costiera siracusana, dove gli abbandoni di animali sono tristemente all’ordine del giorno. C’è bisogno di una maggiore sensibilità delle persone verso gli animali sfortunati, ma anche di amministrazioni pubbliche che finalmente attuino compiutamente le leggi nazionali e regionali a proposito del randagismo e della tutela animale.

“Occorrono decisioni più giuste al benessere di tutti, uomini ed altri animali. Sarebbe già un grande psso in avanti dare corso alla legge regionale n.15 del 2000, ancora inapplicata in almeno 350 dei 390 comuni siciliani. Siracusa, ahinoi, fa parte del primo gruppo. “Il 15 gennaio scorso, quattro dei cani di quartiere seguiti in zona Tivoli di Siracusa sono stati avvelenati e sono morti in preda alle convulsioni. – ha affermato la nostra responsabile provinciale Cettina Sirugo –

Questo scempio è frutto di una politica errata che non affronta a monte il problema del randagismo e che vede spesso le pubbliche amministrazioni conniventi con il malaffare e le zoomafie. – conclude Sirugo – Noi non possiamo più accettare che queste anime innocenti paghino tutto ciò con la vita.”

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com