breaking news

Siracusa | Contrasto allo spaccio ed al consumo di droga: arrestato un giovane

Siracusa | Contrasto allo spaccio ed al consumo di droga: arrestato un giovane
Cronaca
'
0

È incessante l’azione di contrasto da parte della Polizia di Stato al fenomeno dello spaccio e del consumo di sostanze stupefacenti.

Dopo l’arresto operato ieri ad Avola (comunicato del 23 giugno 2022) un altro arresto è stato eseguito a Siracusa dagli agenti della Squadra Mobile aretusea in via Santi Amato nota piazza dello spaccio siracusana. Un uomo di 49 anni, già noto alle forze di Polizia per reati specifici, è stato trovato in possesso di 23 dosi di marijuana, 16 dosi di hashish, 9 dosi di crack e 6 dosi di cocaina. L’uomo arrestato è stato posto ai domiciliari in attesa del giudizio direttissimo.

Ad avola, invece, un 48enne è stato denunciato perché trovato in possesso di arnesi atti allo scasso. Passeggiava per le vie della città un uomo di 48 anni allorquando si è imbattuto in una pattuglia della Polizia di Stato mostrando, alla vista degli agenti, un certo imbarazzo. La cosa non è sfuggita ai poliziotti i quali hanno proceduto ad una perquisizione personale dell’uomo, già conosciuto alle forze di polizia. La perquisizione dava esito positivo poiché il quarantottenne veniva trovato in possesso di arnesi atti allo scasso. L’uomo è stato denunciato anche per avere violato il ritorno nel comune di Avola, misura di prevenzione cui era già sottoposto.

A Noto, denunciate due donne per diffamazione e minacce. Nel gennaio 2022, dopo le denunce scattate da parte degli agenti del Commissariato di P.S. di Noto sulla pessima gestione di un rifugio, una nuova associazione di volontariato riceveva in affidamento la gestione del rifugio in questione. La Presidente e la vice Presidente, sin dal loro arrivo, venivano prese di mira e fatte oggetto di diffamazione e minacce da parte di una donna tramite un profilo social network  che vantava 1400 utenti. I post in questione deridevano l’operato dei volontari e delle responsabili con accuse pesanti di percezione indebita di somme di denaro e velate minacce. Stessa condotta, teneva un’altra donna che definiva via social le responsabili delle incapaci e accusandole di maltrattare i cuccioli. A seguito di una intensa e celere attività investigativa, gli agenti identificate le due donne, rispettivamente di 51 e di 39 anni, le hanno denunciate per il reato di diffamazione e minacce.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *