breaking news

Siracusa | Coppa Italia: l’Ortigia batte la Rari Nantes Salerno e fa bottino pieno

17 Settembre 2023 | by Redazione Webmarte
Siracusa | Coppa Italia: l’Ortigia batte la Rari Nantes Salerno e fa bottino pieno
Sport
'
0

L’Ortigia batte anche la Rari Nantes Salerno e fa bottino pieno in Coppa Italia. Dopo le fatiche di questa mattina nel bellissimo derby vinto contro il Telimar, gli uomini di Piccardo chiudono ogni discorso con i campani già a metà partita.

All’inizio i ritmi non sono altissimi, come è normale considerato che si tratta della terza partita in 24 ore, ma le due squadre giocano a viso aperto.

Inaba scalda il braccio e porta due volte in vantaggio l’Ortigia, ma in entrambe le occasioni il Salerno risponde agguantando prontamente il pari con Pica e Luongo, mentre Carnesecchi, sul finire della frazione, trova il gol del 3-2.

Nel secondo tempo, dopo il pareggio di Gallo, l’Ortigia spreca un paio di superiorità, ma riesce ugualmente a portare il match dalla sua parte con Ferrero, Condemi e ancora Ferrero (su rigore).

Il terzo parziale è un assolo dell’Ortigia, che difende e riparte con velocità micidiale e dà alla partita la definitiva accelerata. Inaba, Napolitano (gran girata sotto porta) e le controfughe finalizzate da Di Luciano e Cassia fissano il punteggio sul 10-3.

Il quarto tempo ha poco da dire: Piccardo fa esordire anche il secondo portiere Calabresi e il giovane siracusano Mattia Capodieci, altro prodotto del vivaio.

Le due squadre rifiatano e il match si accende solo per le reti di Giribaldi, Gallo e Bitadze, che valgono il 12-4 finale a favore dell’Ortigia.

I biancoverdi si qualificano vincendo il girone a punteggio pieno e tornano a Siracusa con tre partite in più sulle gambe e tante indicazioni utili in vista del primo turno di Euro Cup ormai imminente. Giovedì pomeriggio, infatti, riparte l’avventura europea dell’Ortigia.

Nel dopo partita, coach Stefano Piccardo commenta la vittoria contro i salernitani e sottolinea la difficoltà di giocare una competizione con così tante partite nel giro di poche ore: “Oggi abbiamo cominciato male, concluso male, cercato gli scarichi sbagliati.

Abbiamo avuto condizione e ritmo per quattro tempi, ma non abbiamo letto bene tante situazioni. È anche vero, però, che giocare tre partite in 24 ore in una piscina così calda, a metà settembre, in Sicilia, è assurdo e non rispetta gli atleti”.


Il tecnico dell’Ortigia torna poi sul derby di questa mattina vinto contro il Telimar, una partita dai due volti, con una prima metà scioccante e una seconda metà esaltante: “Questa mattina, nei primi due tempi, ci hanno completamente travolto sul piano fisico.

Loro hanno avuto un approccio alla gara nettamente migliore del nostro. Poi la squadra ha reagito, è stata sul pezzo, ha iniziato a fare molto bene la fase a uomo in meno e poi è venuta fuori anche la qualità di alcuni giocatori.

Negli ultimi due tempi siamo stati perfetti fisicamente, ottimi in difesa, forti e attenti anche nelle loro ultime due conclusioni a uomo in più”.  

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20
Visualizzazioni: 159

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *