breaking news

Siracusa | Degrado urbano. La ricetta del Movimento Civico 4

Siracusa | Degrado urbano. La ricetta del Movimento Civico 4
Politica
0

Michele Mangiafico, responsabile del Movimento Civico 4 e promotore del “Munnizza tour”, stila un elenco di priorità per risolvere il problema del degrado urbano nella città aretusea.

Nessuna azione concreta, efficace, risolutiva è stata intrapresa dall’amministrazione comunale di Siracusa per eliminare le micro-discariche che deturpano il territorio. È la denuncia lanciata da Michele Mangiafico a margine del “Munnizza Tour”, itinerario intrapreso dal Movimento Civico 4 nel verificare lo stato della città, definendo inefficace la raccolta differenziata.

“A conclusione della terza tappa, frutto delle segnalazioni provenienti dai cittadini, porgiamo – afferma Michele Mangiafico, leader del Movimento Civico 4 –  all’attenzione dell’Amministrazione comunale alcune micro-discariche presenti nella zona balneare e nella zona alta della città. Anzitutto, traversa Case Troia, che porta al Casale Milocca, tra Arenella e Ognina, un immondezzaio pubblico che si trascina per alcune centinaia di metri nel bel mezzo di strutture ricettive di alto livello, una cartina di tornasole esemplare di cosa non dovrebbero essere le politiche turistiche in città. In secondo luogo, il fenomeno di via Gaetano Barresi, al cui fianco si aprono vaste aree di sterpaglia un tempo oggetto di pulizia delle precedenti Amministrazioni comunali e oggi lasciate proliferare nella qualità di aree nascoste di raccolta di spazzatura e materiale di risulta. Poi, c’è il sito di via Italia 101, alle spalle del Parco Robinson di via Madre Teresa di Calcutta, ne pressi dei locali delle suore del Gesù Redentore, una topaia che alimenta gravi rischi igienico sanitari. Infine, un reportage frutto di diversi punti sensibili della zona alta: via Ramacca 19, via Luigi Cassia 67, via Italia 103 con relative palazzine e scale di riferimento. La terza tappa del “Munnizza Tour” accoglie punti esemplificativi ma non esaustivi delle zone oggetto dei sopralluoghi.

Proponiamo all’Amministrazione comunale la realizzazione di impianti di videosorveglianza nei punti sensibili segnalati dalla cittadinanza attiva, di centri di raccolta differenziata in città accessibili con tessera sanitaria da parte dei cittadini iscritti alla Tari, il pattugliamento delle aree sensibili al fenomeno delle micro-discariche in tutte le fasce orarie, attività di formazione e informazione dei cittadini sul sistema della raccolta differenziata e sulle applicazioni relative agli ingombranti, rafforzamento del sistema di call center telefonico della ditta appaltatrice assolutamente insufficiente rispetto alle esigenze della cittadinanza, concorsi a premi sui temi ambientali per il miglioramento dell’ambiente urbano e funzionali a campagne di sensibilizzazione, investimenti dell’Amministrazione comunale in parchi e aree a gioco per bambini in luogo della aree incolte abbandonate in città. “A fronte di una sintesi, – conclude Mangiafico – restiamo disponibili per affrontare nel dettaglio ciascuna proposta, consapevoli che l’unica vera rivoluzione sia quella di una buona Amministrazione”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com