breaking news

Siracusa | Dolce straniero “adottato” dai siciliani

18 Dicembre 2022 | by Redazione Webmarte
Siracusa | Dolce straniero “adottato” dai siciliani
Cultura
'
0

Scopriamo insieme la storia e le tradizioni legate al mitico cannolo siciliano.

È uno dei simboli della Sicilia che spesso caratterizza le nostre domeniche in famiglia. Stiamo parlando del mitico cannolo, dolce tipico e rinomato in tutto il modo per la sua particolare forma e gusto. Nonostante rappresenti un emblema della nostra terra, in realtà il cannolo ha origini arabe, così come per tantissime altre tradizioni culinarie, ma non solo. Ciò non sorprende se pensiamo che persino lo stesso dialetto siciliano ha subito l’influenza delle dominazioni arabe. Tra i primi a deliziare il proprio palato con questo dolce ci fu persino Cicerone, che nei sui scritti descrive una versione primitiva del cannolo, ossia un tubo composto da farina e ripieno di crema morbida al latte. Oggi il cannolo è inserito nel P.A.T., ossia l’elenco dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali stilato dal Ministero dell’agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste.

Ma come è fatto? Si presenta come una cialda fritta e croccante a forma di tubo, ripiena di ricotta, ma la farcitura può variare a seconda dei gusti e dei luoghi. Possiamo trovarli ripieni di crema pasticciera, ricotta, pistacchio o cioccolato, con dei canditi o gocce di cioccolato e l’aggiunta di una aroma di vaniglia o cannella. Lo zucchero a velo e granella di frutta secca ne completano la decorazione, dando al cannolo stesso un aspetto gustoso e accattivante.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20
Visualizzazioni: 499

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *