breaking news

Siracusa| Dopo 5 anni riapre la casa rifugio

Siracusa| Dopo 5 anni riapre la casa rifugio
Attualità
'
0

Ieri la firma del protocollo d’intesa al Libero Consorzio con La Nereide. L’utilizzo del bene per dieci anni alle volontarie che si occuperanno di ascolto e accoglienza di donne e minori vittime di violenza sessuale e domestica.

Riapre la casa rifugio dopo cinque anni di silenzi e rinvii. Ieri la firma del protocollo di intesa tra il centro antiviolenza La Nereide e il Libero Consorzio con cui si sancisce l’affidamento della casa di accoglienza e ascolto alle donne e minori vittime di violenza sessuale e domestica. Una data da ricordare che cade in un giorno speciale, l’otto marzo. “Non è una coincidenza – ammette la dirigente dell’ex Provincia, Antonella Fucile – non c’era giorno più lieto per suggellare questo importante momento di consegna di un bene dell’ente a un’associazione di volontarie che si occupano di un grave fenomeno adoperandosi con tutte le loro forze e non pochi sacrifici”.

Un po’ di storia. La casa rifugio apre i battenti per la prima volta nel 2005 con un Accordo di Programma Quadro (APQ) tra le associazioni volontarie e l’ex Provincia che ne concede l’utilizzo per tre anni. Successivamente, a causa di problemi di risorse, la casa è costretta a chiudere i battenti eccetto che per saltuari progetti socializzanti, laboratori creativi e sartoriali, ceramica, oggetti d’arte. In tre anni vennero accolte 75 donne vittime di violenza, spesso con figli a seguito.

Dopo di voi? “Il nulla – ammette Ethel Puzzo de La Nereide – con la chiusura della casa rifugio molte assistite furono costrette a cambiar città o chiedere accoglienza presso altri centri antiviolenza in Italia, facendosi affiancare da un legale per la risoluzione del caso. Ricordo che negli ultimi periodi di gestione non avevamo nemmeno i soldi per fare la spesa e garantire un pasto decente alle nostre ospiti, e cosi molte vennero mandate dalle suore francescane con i loro piccoli”.

La casa rifugio riaprirà nel 2008 con l’esperienza Experia 2000, una sorta di gestione mista con le volontarie del centro antiviolenza, ma chiuderà nel 2013. Oggi, dopo quasi cinque anni finalmente la riconsegna dell’immobile della Provincia a La Nereide per un centro ascolto e accoglienza che godrà dei contributi della Regione per i prossimi dieci anni. “Che custodirà con la diligenza del buon padre di famiglia”. A firmare il protocollo la presidente de La Nereide Adriana Prazio e la dirigente dell’ex Provincia, Antonella Fucile, tra gli applausi e le lacrime delle socie volontarie.

Il taglio del nastro entro la primavera con il commissario del Libero Consorzio Giovanni Arnone. Madrina della cerimonia sarà l’attrice Lucia Sardo, la stessa ha dato l’annuncio ufficiale  ieri pomeriggio in sede di Consulta Comunale Femminile tra gli applausi delle donne impegnate nelle varie categorie professionali e sociali.  (rosa tomarchio)

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com