breaking news

Siracusa| Doppi turni, Cafeo: “Basta coordinarsi”

25 Settembre 2018 | by Redazione Webmarte
Siracusa| Doppi turni, Cafeo: “Basta coordinarsi”
Politica
0

Doppi turni all’Istituo Alberghiero, l’On. Cafeo: “Disagi in via di risoluzione. Occorre però coordinamento tra istituti”.

L’anno appena inaugurato non si apre del tutto con i buoni auspici. Sono state diverse le proteste messe in atto in questi giorni dagli studenti e dai genitori, cosi come dai docenti. Un malessere che contagia tutti gli istituti di ogni ordine e grado, dalle scuole elementari agli istituti superiori. Al centro della polemica, l’edilizia scolastica e i doppi turni. Casi analoghi si registrano all’Archia, al Fermi, all’Alberghiero e al Quintiliano. “Nella mattinata di ieri si è svolta qui a Siracusa una manifestazione degli studenti dell’Istituto Alberghiero, costretti dall’inizio dell’anno scolastico ad entrare in classe con i doppi turni”.

A darne notizia è l’On. Giovanni Cafeo, Segretario della III Commissione Ars Attività Produttive e Presidente dell’Intergruppo Federalista Europeo all’ARS. “La causa del disagio è legata ad una carenza di aule nell’Istituto alla quale però è possibile rapidamente dare almeno parziale soluzione – spiega l’On. Cafeo – vista la presenza di 5 aule messe a disposizione dall’Istituto Juvara”.

La difficoltà dell’operazione è dovuta essenzialmente ai tempi tecnici per il trasferimento di suppellettili e arredo scolastico – continua l’On. Cafeo – una semplice esigenza di coordinamento tra istituti che con un atteggiamento collaborativo e propositivo può essere tranquillamente superata”.

“In particolare, nel corso di questo fine settimana – prosegue Cafeo – grazie al personale di Siracusa Risorse è in programma il trasferimento di arredi e suppellettili, in modo tale da cominciare gradualmente a ridurre i doppi turni”.

“Resta inteso che l’assessore Regionale alla Formazione e alla Pubblica Istruzione, l’On. Lagalla – conclude Cafeo – segue su mia sollecitazione con attenzione lo sviluppo della vicenda e qualora il problema non si risolvesse in questo modo, si è già reso disponibile per trovare una una soluzione definitiva ai disagi subiti dagli studenti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com