breaking news

Siracusa| Estorsioni o bullismo? Denunciare!

10 Novembre 2017 | by Redazione Webmarte
Siracusa| Estorsioni o bullismo? Denunciare!
Cronaca
0

Attentato alla panineria di via Dei Mille, Confartigianato: Tornare a tensione ed attenzione che negli anni ’90 portò alla sconfitta del racket”. Granata: “Serve denunciare, rompere silenzio e omertà”.

Attraverso il suo Presidente, Confartigianato Imprese Siracusa esprime forte preoccupazione per l’ennesimo atto intimidatorio perpetrato ai danni di un’impresa commerciale del territorio. “Agli inizi degli anni ’90 del secolo scorso, in piena guerra di mafia e con le cosche che esercitavano una forte pressione estorsiva nei confronti delle attività imprenditoriali della provincia di Siracusa, la società civile seppe ribellarsi, costituendo numerose associazioni antiracket – ricorda il presidente di Confartigianato Siracusa, Daniele La Porta – che, insieme all’azione incisiva di forze dell’ordine e magistratura, diedero un duro colpo alle organizzazioni criminali che taglieggiavano commercianti e imprenditori.

“È venuto forse il momento di tornare a quella tensione e attenzione rispetto ad un problema che rischia di penalizzare oltremodo un tessuto economico già fragile. Bisogna dare vita ad una nuova stagione di impegno, senza se e senza ma, contro la nuova e preoccupante recrudescenza criminale, stringendosi attorno alle associazioni antiracket. Siamo certi che investigatori e inquirenti daranno il loro apporto, da parte nostra – conclude La Porta – siamo a completa disposizione dei nostri associati per supportarli in qualsiasi battaglia che abbia come obiettivo il rispetto delle regole e la lotta contro i delinquenti che speculano con la violenza sul lavoro altrui”.

Diventerà Bellissima sull’allarme estorsioni a Siracusa interviene sul rischio omertà e silenzi attraverso il garante del Comitato per Nello Musumeci di Siracusa, Fabio Granata, già vice presidente della Commissione Nazionale Antimafia, che dichiara sull’ennesimo atto intimidatorio del racket delle estorsioni a Siracusa: “Sono certo che questa serie di attentati a esercizi e attività commerciali della nostra città rappresenti un segnale non sottovalutato da parte degli organismi preposti anche perché sono convinto che possa rappresentare un serio rischio qualora si iniziasse a cedere alle intimidazioni e alla paura.

Sono chiari  segnali di riorganizzazione cittadina delle cosche mafiose che vanno stroncati sul nascere per evitare che si possa tornare a tristi stagioni che la nostra Siracusa ha già vissuto. Lanciamo un appello ai commercianti e agli imprenditori affinché denuncino senza se e senza ma gli autori di richieste estorsive e di minacce per le attività. Siamo al loro fianco anche attraverso i sostegni previsti dalle legge Regionali sulle vittime del racket. Ma serve denunciare immediatamente e rompere ogni omertà e timore”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com