breaking news

Siracusa| Ex Provincia, “dipendenti pagati o ingannati?”

26 Ottobre 2017 | by Redazione Webmarte
Siracusa| Ex Provincia, “dipendenti pagati o ingannati?”
Cronaca
0

Sarebbe stato confermato l’impegno di 2.784.000 euro per l’ex Provincia di Siracusa. Si ribella Ragusa. Bandiera (FI): “Lavoratori ancora senza stipendi, serve soluzione urgente”

Durante la Conferenza Regione – Autonomie Locali è stata confermata la somma di 15.005.072,22 euro da assegnare ai Liberi Consorzi Comunali della Sicilia, di cui 2.784.439,45 euro per la ex Provincia regionale di Siracusa. Lo comunica l’On. Vincenzo Vinciullo, Presidente della Commissione ‘Bilancio e Programmazione’ all’ARS. Ma non sarebbe cosi tutto rose e fiori. Intanto, la rivolta della Provincia di Ragusa che avrebbe annunciato di impugnare il provvedimento della regione “per somme depredate”. Scatta la guerra dei poveri mentre i dipendenti della Provincia di Siracusa pensano di mettere uno stop alla protesta. Ma non tutti sono d’accordo. Qualche dubbio rimane ancora.

Dubita anche Edy Bandiera: “La protesta dei dipendenti della ex provincia di Siracusa, che da cinque mesi non ricevono lo stipendio, sta assumendo contorni oltremodo drammatici. Nell’esprimere piena solidarietà a questi 522 lavoratori, che proprio in queste ore stanno occupando i locali provinciali di via Malta, e alle loro famiglie, invito la Regione a fare urgentemente quanto in suo potere per sbloccare le risorse necessarie al pagamento degli emolumenti arretrati”, lo dice il commissario di Forza Italia nella provincia di Siracusa. 
“Il congelamento del decreto di trasferimento di 2,7 milioni alla ex provincia, risorse che avrebbero potuto coprire il pagamento della mensilità di giugno, ha reso la situazione insopportabile, con interi nuclei familiari in ginocchio  – prosegue Bandiera –. La Regione è colpevole di avere sottovalutato un nodo che era già palesemente evidente sul finire dello scorso anno, perdendo mesi preziosi, trascorsi tra annunci e proclami propagandistici, sbandierati alla stampa e finalizzati esclusivamente a mantenere calmi i provinciali. I lavoratori e le loro famiglie, vivono una situazione di disagio estremo, di indebitamento”.
“I falsi annunci dell’istituzione regionale hanno penalizzato ulteriormente i dipendenti, che in molti casi hanno ottenuto credito dalle banche senza poi riuscire a rientrare, ed ora sono etichettati come “cattivi pagatori”. Crocetta, responsabile di una gestione disastrosa della vicenda, si scusi con i lavoratori per il gravissimo danno arrecato. Il tema delle ex province sarà al primo posto dell’agenda della prossima Assemble regionale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com