breaking news

Siracusa| Favoriva l’immigrazione clandestina, arrestato

Siracusa| Favoriva l’immigrazione clandestina, arrestato
Cronaca
'
0

Avrebbe promesso a minori scappati dal centro un futuro migliore nei paesi europei dietro compenso in danaro.

Nella serata del 5 aprile , a seguito di indagini avviate dalla Polizia di Stato e sotto il diretto coordinamento dalla locale Procura della Repubblica, nella persona del Sost. Procuratore Grillo, Agenti della Squadra Mobile hanno arrestato in flagranza del reato di favoreggiamento all’immigrazione clandestina, HUSSEN Mahamed Abdi alias HUSIERMAHAMED Abehli (classe 1979) di origine somala, già noto alle forze di polizia. In particolare, la Squadra Mobile avuta notizia di una richiesta di aiuto da parte di familiari di un minore sbarcato in questo centro qualche giorno addietro, individuava un appartamento a Solarino nella disponibilità dell’arrestato, facendovi irruzione. All’interno dell’abitazione si trovavano tredici minori stranieri che sentiti con l’ausilio di una psicologa dichiaravano di essere scappati dal centro dove erano stati ospitati e dietro compenso di essersi affidati all’Hussein. Quest’ultimo aveva promesso loro di fargli raggiungere paesi europei, con il miraggio di una vita migliore. Il compenso sarebbe stato corrisposto dalle famiglie dei migranti minori, rimasti nei paesi d’origine.  Inoltre la polizia ha denunciato due persone nell’ambito dei quotidiani servizi di controllo a coloro i quali sono sottoposti a misure restrittive della libertà personale ed eseguito un ordine di detenzione domiciliare, emesso dalla Procura della Repubblica di Siracusa nei confronti di Scalzo Vincenzo (classe 1986). Lo stesso deve espiare la pena di 6 mesi di reclusione per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti commesso a Siracusa nel settembre 2014. Infine, agenti della Polizia di Stato, in servizio alla Polizia Stradale di Siracusa, hanno denunciato un uomo (classe 1975), per furto di agrumi.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *