breaking news

Siracusa| Festa Polizia Municipale. Il sindaco: “Ricordiamo tutti la nostra missione”

18 Gennaio 2019 | by Redazione Webmarte
Siracusa| Festa Polizia Municipale. Il sindaco: “Ricordiamo tutti la nostra missione”
Cronaca
0

Il discorso del sindaco stamattina in Piazza Duomo: “La ricorrenza di San Sebastiano, patrono della Polizia municipale, non è solo un momento religioso di ringraziamento. E’ anche l’occasione per stare tutti insieme, per festeggiare il Corpo e la sua ultra decennale presenza in città, per consegnare le benemerenze conseguite, per ricordare a noi stessi quello che siamo e la nostra missione”.

Il Corpo di Polizia municipale svolge un fondamentale ruolo nel controllo e nella gestione della vita della città. E questo non solo nella gestione della mobilità ordinaria del traffico e della sosta, o per la sicurezza nelle strade e nelle piazze della nostra città; o nella tutela dei consumatori per assicurare il rispetto delle regole  del commercio; oppure nella salvaguardia dell’ambiente o nel controllo edilizio per contrastare l’abusivismo. Sono alcuni passaggi del discorso del sindaco Francesco Italia stamattina in Piazza Duomo, in occasione della Festa della Polizia Municipale. Di seguito il testo integrale.

Questo identico ruolo, ed in maniera non secondaria, lo svolge anche in una visione più ampia, quella del rapporto diretto e quotidiano con i siracusani. Siete voi, infatti – che ogni giorno operate lungo le vie di Siracusa – ad essere il primo e  più immediato interfaccia dell’Amministrazione comunale con i suoi cittadini. Con loro dobbiamo riuscire ad avere un rapporto ancora più diretto  affiancandoli, per quelle che possono essere le nostre competenze, nelle loro attività lavorative, nelle loro necessità quotidiane. Voi, meglio di altri, potete capire i disagi, raccogliere i suggerimenti, segnalare le criticità, rassicurare e anche spiegare le scelte e le soluzioni che il Comune adotta ogni giorno. Un’attività grande e fondamentale, non prevista e non dovuta, ma che va nell’auspicata direzione di venire  incontro alle esigenze della città.

Anche quest’anno la festa per l’anniversario della fondazione del Corpo della Polizia Municipale vuole essere l’occasione per riaffermare il legame profondo con tutta la città, per stare insieme e per fare un breve bilancio di un anno di lavoro. Cominciando dalle infrazioni al Codice della strada, per il quale sono state elevate quasi 80mila multe. Di queste circa 500 riguardano comportamenti purtroppo abituali ma non meno pericolosi, quali la guida di motocicli senza casco o con un numero maggiore di passeggeri; la guida senza cinture o con l’uso del telefonino. Comportamenti che invito il Comandante a perseguire con rinnovati attenzione ed impegno anche per l’anno appena iniziato.

La vigilanza urbanistica ha fatto registrare 15 sequestri di immobili, l’emissione di 35 ordinanze di demolizione, e l’irrogazione di sanzioni amministrative per oltre 600mila euro. La vigilanza ambientale ha visto impegnato il Corpo in migliaia di attività di controllo della ditta appaltatrice del servizio di igiene urbana, ed in quelle riguardanti l’abbandono di rifiuti, in aree pubbliche e private; ed ancora sulle  discariche abusive, sugli scarichi in reti fognarie, sulla prevenzione degli incendi, sull’inquinamento acustico.

E ci sono ancora i controlli della Polizia annonaria, che hanno portato ad oltre 3000 accertamenti sulle attività commerciali, ad elevare più di cento verbali per  occupazione del suolo pubblico o l’installazione di mezzi pubblicitari; ed ancora al sequestro di merci e all’opposizione di sigilli.

Importanti gli interventi che riguardano la sicurezza. L’azione della Polizia Municipale si è concentrata sugli aspetti della convivenza civile e  sul decoro urbano contrastando alcuni fenomeni di degrado sociale e tra questi quello rilevante dei parcheggiatori abusivi per i quali sono stati emessi numerosi “Daspo urbano”. Nel 2018 con una costante opera di concertazione con il Comando Provinciale dei Carabinieri, e con la Polizia di Stato sono stati effettuati numerosi interventi di contrasto a questo fenomeno. E’ stato siglato con la Prefettura il Patto Territoriale sulla Sicurezza che vede coinvolti in modo sinergico le Forze dell’Ordine del territorio e la Polizia Municipale di Siracusa a garantire i principi della convivenza civile e del decoro urbano.

Qualcosa sarà sicuramente sfuggita, ma non le conclusioni che dalla lettura di questi dati vengono fuori: un grande lavoro è stato fatto, ma dobbiamo tutti continuare a farlo per migliorare Siracusa. Questo migliorerà anche la qualità e le condizioni del vostro lavoro perché la nostra città sia e resti sempre un luogo dove è bello vivere, sicuro di giorno ed anche di notte, e dove il rispetto delle leggi e delle Istituzioni devono essere valori radicati nella mente e nel cuore.

E’ per queste motivazioni che vanno anche individuati ed isolati tutti quei comportamenti che non possono trovare dimora all’interno del Corpo della Polizia municipale. Ad esso la città, ed i cittadini che ne sono la parte integrante, guardano senza più indulgenza alcuna: questo è forse dovuto ad un atteggiamento ereditato da retaggi passati o in qualche caso da comportamenti recenti che però non possiamo sottacere nè ridimensionare nè far finta di non vedere. Comportamenti che questo Sindaco e questa Amministrazione biasimano, condannano, e dai quali prendono le distanze, annunciando che non li tollereranno in futuro.

Da sempre la vecchia guardia municipale, diventato poi vigile urbano, ed adesso agente di polizia municipale è un simbolo della città dove si vive o dove si arriva. Tutti cerchiamo questa figura per avere certezza su un’indicazione, per sentirci trattati in maniera gentile, per essere sicuri. Questo deve tornare ad essere il Corpo, nella sua totalità, nessuno escluso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com