breaking news

Siracusa| Fiaccolata a Mazzarona: “Non si può morire di indifferenza”

21 Dicembre 2018 | by Redazione Webmarte
Siracusa| Fiaccolata a Mazzarona: “Non si può morire di indifferenza”
Cronaca
0

Siracusa non ha mai esitato dall’accendere la fiaccola dinnanzi a un mistero. Il giallo della morte del sessantenne il cui corpo è stato trovato carbonizzato dentro una Fiat 500 a due passi dalla Chiesa di San Corrado Confalonieri, nel cuore del quartiere Mazzarona, non dà pace ai siracusani, agli amici e parenti della vittima la cui morte, al momento, rimane avvolta nel mistero.

Omicidio? Suicidio? Ma, soprattutto, come mai nessuno non si è accorto di nulla? Il fatto è accaduto di pomeriggio, qualcuno sarà passato di lì, avrà sentito l’odore acre della ferraglia che bruciava con dentro un uomo? I residenti del quartiere lo avevano annunciato giorni addietro. Oggi la fiaccolata per risvegliare le coscienze, contro l’indifferenza di fronte alla morte.

Capofila della marcia silenziosa Padre Antonio, parroco della chiesa di San Corrado Confalonieri, al fianco dei veri organizzatori della manifestazione del Movimento dei Cursillos. Si inizia alle 19 dalla Chiesa per giungere in via Foti, luogo della tragedia.

Presenze importanti, che lasciano il segno, alla fiaccolata: la Deputazione della Cappella di Santa Lucia, alcuni rappresentanti dei centri di accoglienza per migranti con il mediatore interculturale tunisino Ramzi Harrabi. E poi la gente, i residenti del quartiere, le associazioni. E forse anche chi ha visto e non ha parlato. A conclusione, la celebrazione della messa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com