breaking news

Siracusa| Firmopoli&Amministrative. “Il rinvio dà “verginità” ai candidati”

Siracusa| Firmopoli&Amministrative. “Il rinvio dà “verginità” ai candidati”
Politica
'
0

La decisione del rinvio a giudizio dei 13 indagati (tra consiglieri comunali, dirigenti, ex consiglieri provinciali, compreso il sindaco Garozzo) al 19 giugno per il “verde” Peppe Patti “è un fatto oggettivo dettato da motivazioni procedurali legittime”.

Come ha sempre sostenuto il responsabile nazionale Legalità Federazione Verdi Italiani, Giuseppe Patti, il dato giudiziario segue il suo percorso, ma è la politica che si deve interrogare e deve attivare i giusti anticorpi e trovare le soluzioni per garantire una trasparenza che in questi due anni è mancata”.

Poco mi riguarda quanto accaduto alle liste che non facevano parte della “mia” coalizione del giugno 2013, – aggiunge Patti – ma proprio perché prossimi ad una nuova scadenza elettorale, le formazioni politiche, che intendono partecipare alla competizione elettorale, devono tenere in grande considerazione questa indagine che ha consentito di acquisire elementi concreti che hanno indotto l’organo inquirente ad ipotizzare la sussistenza di un reato e che ha probabilmente falsato il precedente risultato elettorale, consegnando Siracusa ad un candidato sindaco anziché a un altro”.

“La politica siracusana ha continuato a cadere in errore eleggendo un presidente del Consiglio Comunale che, probabilmente, non avrebbe avuto la possibilità di partecipare alla competizione elettorale. Il fato ha voluto che il rinvio si pone tra il primo e il secondo turno elettorale delle prossime amministrative, garantendo ancora una “verginità” a dei soggetti che tra “Gettonopoli”, “Asilo nido”, “Acqua Pubblica” hanno dato un’immagine della politica siracusana alquanto negativa”.

Politica siracusana punita nelle urne delle recenti elezioni politiche. “Se non si troverà una sintesi, trasmettendo agli elettori il vero senso di un cambiamento radicale, utilizzando le forze migliori della città, smettendola di inseguire le logiche clientelari o dei portatori di truppe cammellate o dei campioni di preferenze, puntando a dei programmi largamente condivisi e soprattutto realizzabili, affidandoli a volti nuovi puliti e non compromessi con quest’ultimo Consiglio Comunale – conclude Patti – i siracusani saranno “costretti” a rivotare seguendo l’onda delle elezioni politiche”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com