breaking news

Siracusa| Foibe. Grandi assenti le istituzioni

12 Febbraio 2017 | by Federico Tringali
Siracusa| Foibe. Grandi assenti le istituzioni
Cultura
0

Diventerà Bellissima sulla tragedia sottaciuta: “Grave l’assenza delle scuole e dell’amministrazione comunale, un segnale inequivocabile di indifferenza verso una tragedia così importante e drammatica della storia di questo paese.”

qds-300x250bisUna tragedia sottaciuta e occultata. Può essere definita così la tragedia delle “foibe” attorno alla quale gira un alone di indifferenza e silenzio. A rompere questo silenzio è l’iniziativa “Io non scordo” tenutasi a Siracusa e promossa da Fabio Granata, organizzata nell’ambito delle celebrazioni del “Giorno del ricordo” che ricorre ogni anno il 10 febbraio. Una iniziativa simbolica, secondo Granata, per risponde al clima di silenzio che ruota attorno a questa tragedia. “Nonostante lo Stato – afferma l’ex AN – abbia istituito il “Giorno del ricordo” tramite la legge 30 marzo 2004 n. 92, gran parte delle scuole non osservano tale disposizione normativa e dimenticano questa tragedia tutta italiana.

In Italia – prosegue Granata – non esiste una memoria collettiva ed é difficile credere che possa esservi in futuro, anche alla luce di come viene trattato questo argomento. Occorre – conclude l’ex vice presidente della commissione parlamentare antimafia – invertire la tendenza, insegnando ai giovani l’importanza dei fatti storici e trasmettere la consapevolezza del senso comune di identità nazionale”.”Una tragedia storica, come sottolineano le parole di Marco Iacona, con delle ripercussioni sia storiche che politiche.

Si tratta di una tragedia tutta italiana – afferma Marco Iacona, ricercatore e saggista catanese – che non riguarda solamente la Venezia-Giulia o l’Istria. Tra il settembre del ’43 e l’estate del ’45 – prosegue Iacona – migliaia di italiani trovarono la morte in queste “cave” e altri 350.000 dovettero fuggire da tale eccidio del regime comunisti di Tito. Tante furono le conseguenze storiche e politiche tali – conclude Marco Iacona – da costringere la classe politica governante a nascondere un capitolo fondamentale della storia italiana”. Grave la totale assenza delle istituzioni siracusane, come testimonia Annalisa Romeo.

Il giorno del ricordo – afferma Romeo, docente scolastica – oltre ad essere un momento di riflessione storica, rappresenta anche una occasione di riflessione etica di questo eccidio di migliaia di vittime italiane. Dispiace registrare la totale assenza delle istituzioni siracusane, un segnale inequivocabile di indifferenza verso una tragedia così importante e drammatica della storia di questo paese”.

Bisogna preservare – commenta Paolo Cavallaro, referente del movimento politico “Diventerà Bellissima” – la memoria storica affinché possa servire da monito per il futuro. La tragedia delle foibe è una tragedia che tocca tutti gli italiani, una vera e propria pulizia etnica inaccettabile. Non è tollerabile – conclude l’esponente del movimento guidato da Nello Musumeci – che ancora oggi non venga recepita l’importanza e la drammaticità di questo momento storico nazionale”. (Federico Tringali)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com