breaking news

Siracusa| Fondo Sanità. “Noi eterna Cenerentola di Sicilia”

18 Ottobre 2018 | by Redazione Webmarte
Siracusa| Fondo Sanità. “Noi eterna Cenerentola di Sicilia”
Sanità
'
0

Ripartizione risorse Fondo Sanità. A Siracusa la fetta più piccola. L’esternzione di Vinciullo: “Come possiamo tacere di fronte a tante ingiustizie? Nell’assegnazione delle risorse per le strutture sanitarie, va oltre ogni limite immaginabile la mortificazione della provincia di Siracusa. Perché questo atteggiamento discriminatorio nei confronti del territorio siracusano?”.

“Con Decreto Assessoriale sono state ripartite le risorse del Fondo Sanitario regionale per il 2017 pari ad euro 19.730.050,00, già accantonate e in particolare, 8.411.150,00 euro sono destinati al finanziamento di interventi per la messa in sicurezza dei Presidi di Continuità Assistenziale ed euro 11.318.900,00 per le Aree di Emergenza e Pronto Soccorso, somme che arrivano dal passato Parlamento e dal passato Governo e frutto dei risparmi accertati dalla Commissione Bilancio di cui ero il Presidente”. Cosi dichiara Vincenzo Vinciullo, gia presidente della Commissione Bilancio all’Ars, che aggiunge: “Quindi nessun merito per questo Governo e questo Parlamento, ma solo l’utilizzo di risorse del Fondo Sanitario regionale per l’anno 2017, fondo che, per mesi, si è detto essere stato lasciato in condizioni disastrose”.

Ed ecco come sono stati suddivise, in maniera assolutamente “equa” queste somme:

1 Palermo (ASP + Villa Sofia-Cervello + Policlinico) 5.660.000,00 euro
2 Messina (ASP + Policlinico) 4.306.000,00 euro
3 Caltanissetta 4.200.000,00 euro 4.200.000,00 euro
4 Catania (ASP + Cannizzaro) 3.019.700,00 euro
5 Agrigento 1.200.000,00 euro
6 Trapani 440.000,00 euro
7 Enna 359.000,00 euro
8 Ragusa 306.100,00 euro
9 Siracusa (Cenerentola, come sempre) 239.250,00 euro

 

“A Siracusa, in base alla popolazione e ai vari coefficienti di suddivisione delle risorse fra le province, spettavano non meno di 1,5 milioni di euro, ma avremo solo 239 mila euro, oltre alla mortificazione certa.Possiamo continuare così? È giusto, ha proseguito Vinciullo, che il Governo della Regione continui a mortificare la nostra Provincia? È lecito un simile comportamento? Perché questo atteggiamento vessatorio e discriminatorio nei confronti della Nostra provincia? Sappia il Presidente della Regione che le caramelle non ci interessano e che, ha concluso Vinciullo, nella sanità siracusana, oltre alla presenza di qualche galoppino nei vari uffici dell’ASP, ad oggi non abbiamo visto ancora nulla se non parole, parole, parole, ma almeno Mina ha una bella voce, queste invece sono sgradevoli come il canto stonato di querule e vecchie cornacchie”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com