breaking news

Siracusa| Gay Pride 2019. ContaminAzione Arcobaleno: Il nuovo slogan di Arcigay e Stonewall

Siracusa| Gay Pride 2019. ContaminAzione Arcobaleno: Il nuovo slogan di Arcigay e Stonewall
Attualità
0

ContaminAzioni arcobaleno. E’ questo il titolo scelto da Arcigay Siracusa e Stonewall, in collaborazione con tutte le associazioni coorganizzatrici del Siracusa Pride 2019.

La manifestazione è prevista per il 17 maggio, data in cui è stata instituita la Giornata Internazionale contro l’omofobia, la lesbofobia, la bifobia e la transfobia. Amnesty International – Gruppo Italia 85, Arci, Arciragazzi Siracusa 2.0, Ass. Culturale A Bedda Sicilia, Astrea in memoria di Stefano Biondo, Centro Antiviolenza Ipazia, CGIL, Consulta Giovani Avis Regione Sicilia, Donne per le Donne, Giosef Siracusa, Giovani Democratici, No all’Odio – Movimento di contrasto ai discorsi d’Odio, Movimento Federalista Europeo – Sez. di Siracusa, Piazza Grande Femminista, Rete Della Conoscenza, R.E.A. – Rete Emporwerment Attiva, UIL, Unione Degli Studenti Siracusa, ValorAbile, Zuimama Arciragazzi insieme ad Arcigay e Stonewall hanno in programma un flash mob itinerante, l’esposizione al palazzo di città della bandiera rainbow simbolo della comunità LGBT ed il lancio della campagna fotografica contro l’OmoLesboTransBifobia per il 17 maggio.

“Nonostante siano stati fatti dei grandi passi avanti – dice il presidente di Arcigay Siracusa, Armando Caravini, che è anche coordinatore e portavoce del Pride – alle volte sembra che i sacrifici ed il tempo non siano bastati. Sono, infatti, ancora quotidiane le cronache giornalistiche che raccontano di beceri attacchi alla comunità LGBT così come, alla stessa maniera i social sembrano fare da cassa di risonanza, con l’aggravante di post omofobi e razzisti contro chi, quotidianamente, lotta per affermare il proprio diritto alla sessualità, affettività e socialità. Viviamo in un momento oscurantista – dice Caravini – che parecchie volte ci vede quasi abbandonati anche dalla politica, soprattutto nazionale, con eccellenti eccezioni che, invece, si sono spese e continuano a spendersi contro l’omofobia, la lesbofobia, la bifobia e la transfobia. Siracusa – dice Armando Caravini – grazie al cielo ha dimostrato e continua a dimostrare una importante apertura verso le tematiche LGBT e ne è dimostrazione sia il Pride sia l’apertura mentale di moltissimi cittadini ed associazioni e componenti della società civile che mostrano costantemente il proprio impegno per la difesa dei diritti”.

“La collaborazione con Stonewall – dice in conclusione il presidente Arcigay Siracusa – è importantissima per noi di Arcigay in quanto sancisce, ancora di più, la voglia e l’esigenza di lottare insieme per l’uguaglianza. Le ragioni che hanno portato all’istituzione della Giornata internazionale contro l’omofobia, la lesbofobia, la bifobia e la transfobia, – dice il presidente di Stonewall Siracusa, Alessandro Bottaro –  sono, purtroppo ancora oggi sempre valide e attuali. In particolare, in Italia, si registra una retrocessione in tema di diritti fondamentali e civili per le persone lgbtq. Alla vigilia della celebrazione del 17 maggio il rapporto Ilga (International Lesbian and Gay Association) lancia un grave messaggio di allarme”.

“In Europa e soprattutto in Italia – dice Bottaro –  si sono registrati un peggioramento nella qualità di vita di gay, lesbiche, bisex e transessuali e una grave battuta d’arresto in tema di diritti civili. Sono ormai tristemente note a tutti, i discorsi di esponenti di spicco del governo italiano che nella migliore delle ipotesi negano l’esistenza delle persone Lgbt, spingendosi fino al loro pubblico disprezzo senza se e senza ma. Per non parlare della grave e ingiustificata assenza di leggi che riconoscano le aggravanti per i reati di omo, trans e bifobia o di politiche che sostengano la cultura dell’Educare alle Differenze, come mezzo di contrasto ad ogni forma di discriminazione. Tutto questo avviene in un contesto storico in cui forme di fascismo e razzismo sono sdoganati come norma e che trovano per i motivi sopra citati, cittadinanza e condivisione. Ecco perché Stonewall glbt – dice in conclusione Alessandro Bottaro – sostiene insieme agli amici e alle amiche di Arcigay e di tutte le associazioni impegnate sul territorio nella difesa e nella promozione dei diritti umani e civili, le iniziative per il 17 maggio. Siamo convinti più che mai che solo attraverso la cultura e le azioni concrete possiamo cambiare in meglio la società e le vite di ognuno e ognuna di noi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com