breaking news

Siracusa| Gennuso non era più autonomista ma forzista

Siracusa| Gennuso non era più autonomista ma forzista
Politica
'
0

Sugli arresti del deputato regionale Pippo Gennuso, il coordinatore provinciale di Popolari e Autonomisti – Idea Sicilia, Peppe Germano vuole chiarire alcune cose: “Dopo la candidatura della nuora era diventato fiduciario della Prestigiacomo nel sud est”.

Sul piano politico, a nessuno sarà sfuggito il fatto che la nuora del deputato autonomista, Pippo Gennuso, è stata candidata nelle ultime regionali con Forza Italia. Non sfuggì nemmeno al sindaco di Avola (città natale dei due arrestati coinvolti nel caso voto di scambio) Luca Cannata che insieme alla sorella Rossana, oggi deputata regionale, presero le dovute distanze da Forza Italia che scelse, invece, Pippo Gennuso come supporter del sud est.

E non sfugge oggi nemmeno a Peppe Germano, coordinatore provinciale dei Popolari Autonomisti -Idea Sicilia, che mostra la prova: la nuora di Gennuso, Daniela Armenia, è stata sconfitta dai Cinquestelle che candidavano la concittadina (rosolinese) Maria Marzana,  deputata uscente. “Come dire che il clamore mediatico della notizia, comprensibilmente, distrae da quella che é la verità dei fatti – dice Germano che di recente ha ufficializzato il suo appoggio al candidato sindaco di Siracusa Ezechia Paolo Reale -. L’on. Pippo Gennuso é stato eletto, con tanti voti di amiche e amici che, credevano e credono, in un movimento, quello dei Popolari e Autonomisti e, grazie ai voti e all’impegno di altri 4 candidati che, con passione e spirito di sacrificio hanno contribuito affinché la nostra lista prendesse il seggio”.

Ma ci sarebbe di più. Gennuso, non solo non apparteneva più al movimento degli Autonomisti, ma avrebbe ricevuto da pochissimo la nomina di responsabile di Forza Italia per il sud est siracusano. “Da allora, ovvero all’indomani delle elezioni, l’on. Gennuso ha deciso, di lasciare il nostro movimento ed approdare in Forza Italia, – conferma Germano – prova ultima di ciò la candidatura della nuora alle scorse elezioni politiche e la nomina, giunta solo ieri, dove vedeva l’on. Gennuso responsabile, o fiduciario che dir si voglia, della zona sud della nostra provincia proprio per conto di Forza Italia”.

“Il pericolo di questa storia è quella di scambiare una vicenda personale, che umanamente speriamo si possa chiarire e risolvere per il meglio, per una condanna, preventiva e sommaria, ad comunità politica che si é sempre riconosciuta nell’onestá e nella condotta adamantina dei suoi vertici regionali e non ci stà ad essere accomunata a reati gravi come quelli ipotizzati nell’attuale vicenda. Rimaniamo, come sempre, garantisti e crediamo che la difesa da queste pesantissime accuse troverá giusta sede nelle aule dei tribunali e allo stesso modo, doverosamente, abbiamo totale fiducia nella Magistratura”.

Resta salvo però che i fatti contestati si riferirebbero comunque al periodo della candidatura dell’on Pippo Gennuso con gli autonomisti. Non certamente con Forza Italia. Semmai il coordinamento del movimento era tutt’altro e forse non c’era ancora una Idea Sicilia.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *