breaking news

Siracusa| Gestione randagismo, nuova forma di economia circolare

14 Dicembre 2017 | by Rosa Tomarchio
Siracusa| Gestione randagismo, nuova forma di economia circolare
Politica
'
0

Il ” modello Siracusa” nella gestione del randagismo e la visione onirica dei 5Stelle di una nuova forma di economia circolare

Decalogo del Meet Up dei Cinquestelle di Siracusa sulla gestione randagismo. Una visione onirica, ammettono gli stessi pentastellati, ma non impossibile. Ecco di seguito la proposta. “La legge regionale 15/2000, che stabilisce le norme per la tutela degli animali di affezione e la prevenzione del randagismo, prevede l’attuazione dei seguenti passaggi: a monte, sterilizzare gli animali vaganti ( ed anche ex vaganti, come incentivo all’affido ed all’adozione), – reprimere il fenomeno dell’ abbandono attraverso la microchippatura degli animali di proprietà ed i controlli; a valle, svuotare via via i ricoveri di lunga permanenza, assistendo gli animali non adottabili fino alla conclusione della vita e promuovendo adozioni mirate e consapevoli per tutti gli altri.

A Siracusa, però, qualcosa sembra non funzionare come si deve: nel 2016 901.000,00 euro hanno gravato sul bilancio comunale per il servizio di trasferimento, ricovero, custodia e mantenimento dei randagi rinvenuti e catturati sul territorio. A fronte di ciò, la spesa stanziata per le sterilizzazioni è risibile (appena 15.000 euro). Gli obiettivi delle legge vengono pertanto ridimensionati, limitandoli al rinnovo delle convenzioni con i canili privati. Spese tutte improduttive e non dinamiche. Il controllo
delle nascite è quindi minimale; gli animali vaganti proliferano mentre, cittadini di buon cuore si prendono cura di loro senza metodo ne’ strumenti e nel migliore dei casi li adottano di slancio sotto la pressione della pietà e dell’ emergenza e questo, purtroppo, alimenta gli abbandoni.

Gli animali fungono da inesauribile merce di scambio in un’ economia circolare viziosa, in cui a perdere sono loro e tutta la collettività ed a guadagnarci sono i privati che gestiscono i canili e spesso anche associazioni animaliste, che ricevono rimborsi a vario titolo per gestire le emergenze e talvolta movimentare gli animali verso altre regioni, non sempre in modo limpido. A questo punto, forse, varrebbe la pena modificare il messaggio di benvenuto nella nostra solare cittadina, proclamando Siracusa “terra d’ arte, cultura e mercificazione dei randagi”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com