breaking news

Siracusa| Giornate FAI. Piove ma l’amore per Siracusa trionfa

14 Ottobre 2018 | by Redazione Webmarte
Siracusa| Giornate FAI. Piove ma l’amore per Siracusa trionfa
Cultura
'
0

Siracusani innamorati di Siracusa. Nonostante la pioggia, centinaia di visitatori non hanno voluto mancare al tradizionale appuntamento col Fai che ieri ha inaugurato le giornate d’autunno 2018 a Villa Politi, tra le mete prescelte insieme alle Latomie e al Convento dei Cappuccini adiacenti alla struttura alberghiera che inaugurò il Grand Tour. E stamattina si replica.

Al taglio del nastro, ieri mattina, i volontari del FAI guidati da Sergio Cilea e Gaetano Bordone, e il direttore del G.H. Villa Politi, Carmelo Cannizzo. Ad accogliere i visitatori, come vuole la tradizione, gli studenti siracusani con una esecuzione di un brano musicale di Bella Epoque tema che ha ispirato quest’anno anche la mostra allestita nella saletta Churchill all’interno di Villa Politi con abiti, cappelli,  ventagli ed accessori di una mondanità siracusana ormai dimenticata. All’interno sono ospitati anche i ventagli della collezione dell’artista Caterina La Rosa. 

Scoprire con occhi nuovi le bellezze di  un itinerario, un luogo o un paseaggio magari già visti ma non con la stessa attenzione e conoscenza. Chi visiterà questi luoghi resterà senza parole. A condurre i visitatori anche gli studenti volontari del FAI “giovane” impegnati in orario non scolastico e che per il FAI si muovono con grande slancio ed amorevolezza per la città che merita di essere rivalutata.

Stamattina, domenica 14, seconda ed ultima giornata di visite guidate, dalle 10,30 alle 17, dentro e fuori Villa Politi, la mostra sulla Belle Epoque allestita nella saletta Churchill dagli stessi volontari del FAI guidati da Nicola Piccione e l’instancabile signora Anna. E poi, giardini, accesso dall’ingresso privato di Villa Politi alla Latomia (discesa non impegnativa, con barriere architettoniche e priva di ascensore) eden cittadino ricco di storia, natura ed archeologia, dove verrà illustrato il funzionamento della vecchia “senia”.

Per poi arrivare al Convento dei Cappuccini con l’interessante visita dell’antica biblioteca e degli ambienti comuni: chiostro e chiesa. Infine, la chicca ma solo riservata a chi si tessererà al FAI: le celle dei frati, luoghi desueti ai più (dalle 16,30 alle 18). Stamane sarà in’altra giornata in cui, è previsto, nella sfida contro la pioggia si vedranno trionfare l’amore e la sete di conoscenza dei siracusani per la loro Città. (rt)

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com