breaking news

Siracusa| Giovanni Truppi stasera alle Archimedee

Siracusa| Giovanni Truppi stasera alle Archimedee
Spettacolo
0
Stasera sul grande palco di Piazza Duomo anche il  musicista napoletano e le sue storie “brutte” ma vere

Direttamente dalla sua Napoli o da Roma, la città che lo accoglie da qualche tempo, sul grande palco delle Feste Archimedee stasera in Piazza Duomo, salirà anche Giovanni Truppi, il musicista, lui non ama farsi definire “cantautore”, delle storie di vita all’italiana con tutte le sue angosce e le sue contraddizioni. 35 anni, una laurea in lettere con indirizzo musica e anni trascorsi in Conservatorio a compendio di una vita passata alla tastiera di un pianoforte e pizzicando le corde della sua inseparabile chitarra. Truppi, che scrive anche i testi, racconta l’amore, la vita dei suoi coetanei ma anche dei ventenni, e lo fa spesso in presa diretta, senza fronzoli borghesi e rime baciate, basta per tutti ascoltare il pezzo “Superman” il cui video, girato da Francesco Lettieri e Alessio Lauria, ha partecipato al Fish&Chips Erotic Film Festival.. Con una tesi di laurea su Fabrizio De Andrè, Truppi è anche un compositore e un insegnante di canto: «Ho preso lezioni di pianoforte classico da bambino, e fino ai 16 anni. Verso i 14/15 anni ho iniziato a studiare chitarra da autodidatta. E intorno ai 18 anni ho iniziato a prendere lezioni di canto: è stata la cosa che ho fatto con più serietà perché cominciavo a pensare di voler fare il musicista» Alle Archimedee Giovanni si presenterà da solo, senza la sua band con cui gira in lungo e largo l’Italia, per raccontare le storie di tutti i giorni in chiave rock, punk, jazz e pop, sfruttando la sua dote natural di scrittore e compositore. Ha esordito da giovanissimo con la poesia e i racconti, a 13 anni leggeva già Tolstoj. Il due luglio, dopo le Archimedee di Siracusa, Truppi è atteso al Castello dii Agropoli per presentare il suo lavoro discografico “Giovanni Truppi” e la title trike “Stai andando bene Giovanni”. Una sferzata di sana autobiografia? Ci sta, accade sovente nel campo non solo della musica che le “cose” familiari, private, diventino incentivi per l’arte. Nell’albo dei ricordi e dei riconoscimenti di Giovanni Truppi spicca il prestigioso Premio Giovanni Tenco Club ricevuto a Sanremo che gli ha consegnato il meritato consenso e le folle nelle piazze italiane che intonano le sue canzoni. Per certi versi, i testi di Truppi, sembrerebbero irriverenti: “i separati sono due pirati o due piloti?”. E poi perchè definire “Scema”  una donna con molte virtù e che a letto va da Dio? Se lo saranno chiesto i duemila spettatori che a Taranto hanno applaudito la sua carica esplosiva di “one man show”. Testi trascinanti, sicuramente guidati dalla sua ipersensibilità di artista a tutto tondo, ansioso di conoscere l’inevitabile “senso della vita”, struggenti ma con epiloghi positivi e pieni di speranza: “Tutto si  può aggiustare, tutto si trasforma e va a finire nel mare” (da “Il pilota è vivo). Musicalmente, diranno i più nostalgici, sembrerebbe che Truppi riprenda gli stilemi tipici degli anni Ottanta/Novanta, proprio quando sta per affiorare il rock demente all’italiana e il punk/ New Wave · Alternative dei CCP, sempre fedeli alla linea, oggi truppiana, “cose brute da dire ma cose vere”. La sua voglia di verità lo rende nell’immaginario giovanile una sorta di opinion leader.  “E tu ti dai tanto da fare, ma fai sempre lo stesso errore, e chi se ne importa se poi lo hai capito o se da piccolo ti avevano detto di fare questo o quello e che devo seguire il tuo cuore”, cosi come racconta ne “La Domenica”, vincitore del “VideoClippArti 2013”.  Per Giovanni la famiglia è uno dei valori fondamentali. Spesso capita di lavorare a quattro mani col fratello Giuseppe che cura la fotografia dei suoi video musicali. Giovanni è un sognatore. “Siracusa è un sogno – esclama  – qui si sta in pace con Dio. Il mare, l’isola di Ortigia, un luogo dove la bellezza è pura esaltazione ma la serenità è il vero valore aggiunto di questo luogo”. E detto da un napoletano…….
Rosa Tomarchio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com