breaking news

Siracusa | Grandi emozioni e vittoria pesantissima per l’Ortigia: sconfitto il Sabadell

Siracusa | Grandi emozioni e vittoria pesantissima per l’Ortigia: sconfitto il Sabadell
Sport
'
0

Primi tre punti e una partita difficile, combattuta fino all’ultimo secondo, con i biancoverdi bravissimi a rimanere lucidi anche nei momenti più complicati.

Già dal primo parziale domina l’equilibrio, con gli spagnoli che ci provano ma vengono fermati dalle parate di Tempesti. A sbloccare la situazione ci pensa però l’Ortigia, con la rete di Mirarchi. Due minuti dopo il Sabadell ha l’occasione di pareggiare dai 5 metri, ma ancora uno strepitoso Tempesti para su Averka. Il pareggio spagnolo arriva un minuto dopo in superiorità, proprio con Averka. Il pari però dura poco perché Klikovac finalizza l’uomo in più e chiude il parziale sul 2-1. Nel secondo tempo il Sabadell parte meglio e con un rigore e un gol in ripartenza si porta avanti di una lunghezza. Gallo rimette in equilibrio il punteggio, poi, dopo il nuovo vantaggio spagnolo, prima Ferrero e poi Napolitano (in superiorità) fissano il risultato sul 5-4 Ortigia a metà gara.

Il terzo parziale è tutto di marca biancoverde, con gli uomini di Piccardo che crescono, difendendo bene e attaccando altrettanto bene. Dopo il botta e risposta tra Gallo (rigore) e Sanahuja, l’Ortigia allunga con Ciccio Condemi e Ferrero, quindi, dopo il gol di Bertran, va ancora in rete con Rossi, che trasforma con freddezza il rigore del 9-6. Il quarto parziale è il più difficile. Gli spagnoli si rifanno sotto, l’Ortigia spreca con l’uomo in più. A 1’23 il Sabadell si porta sul 9 a 10. L’ultima azione è proprio per gli spagnoli che, con l’uomo in più, provano a battere Tempesti. Ma l’Airone dell’Ortigia ferma la conclusione ed esulta. Per i biancoverdi tre punti d’oro. Domani alle ore 20.00 sfida al Sibenik, sconfitto oggi dal Vasas.

A fine gara parla Stefano Piccardo, coach dell’Ortigia: “Per il livello che abbiamo visto, questa è stata una partita da Champions, con quattro tempi molto intensi. Abbiamo giocato bene per tre tempi, poi abbiamo avuto una flessione nel quarto, sbagliando diverse superiorità di fila. Questa è una costante sulla quale bisogna lavorare, per cercare di migliorare la qualità. Detto questo, è andata bene, domani abbiamo un’altra partita dura e dopodomani un’altra ancora. Affrontiamo una gara alla volta. Stiamo lavorando molto sull’aspetto mentale. Dobbiamo avere più cattiveria nelle conclusioni. A volte cerchiamo, anche a uomo in più, una esagerata circolazione della palla, quando magari potremmo servire subito i pali. Dobbiamo lavorare, ma comunque è andata bene, presi tre punti importanti”. Due parole anche sulla prestazione superlativa di Tempesti: “Quando si arriva in Europa – conclude Piccardo – e si viene a giocare in una piscina storica come questa, per Tempesti è come giocare nel giardino di casa”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com