breaking news

Siracusa| “I 10 Comandamenti” scuotono la città. Cantiere Sr: “Subito in consiglio”

19 Novembre 2018 | by Redazione Webmarte
Siracusa| “I 10 Comandamenti” scuotono la città. Cantiere Sr: “Subito in consiglio”
Politica
2

Alla luce del servizio “ i dieci comandamenti “ sui Rai 3, parte la richiesta di convocazione del consiglio comunale urgente sul tema ambientale. Scrofani (Cantiere Siracusa): “Il Comune si impegni in un’operazione trasparenza sulla qualità dell’aria. Chiediamo che il Comune si impegni a pubblicare il report giornaliero sulla qualità dell’aria, compresi i dati che riguardano gli inquinanti industriali immessi in atmosfera che ad oggi non vengono divulgati come gli idrocarburi non metanici e i composti solforati”.

Cantiere Siracusa chiede la convocazione del consiglio comunale urgente sulla questione ambientale. Stavolta non c’entrano solo le sostanze, che oltre a essere fortemente inquinanti, sono protagoniste dei sempre più frequenti casi di cattiva qualità dell’aria, meglio conosciuti come miasmi. I consiglieri Chiara Catera, Tonino Trimarchi, Sergio Bonafede e Giuseppe Impallomeni chiedono, per mezzo del loro leader politico Gianluca Scrofani, che l’amministrazione si faccia da portavoce alla Regione per implementare i fondi da destinare ad Arpa così che l’Azienda possa attuare una migliore e costante attività di controllo nel quadrilatero industriale”.

Riteniamo opportuno che l’amministrazione rivolga alla Regione l’urgente necessità della copertura delle vasche di Ias, impianto che a oggi, a differenza delle aziende del polo petrolchimico non è soggetto ad Aia (autorizzazioni integrate ambientali) m- dicono i consiglieri – vorremmo un’amministrazione comunale molto più vorremmo un’amministrazione comunale molto più attenta rispetto a tematiche, come quelle ambientali, che hanno una fortissima incidenza sul nostro territorio”.

Tutto questo lo chiederemo con la convocazione di un Consiglio comunale urgente sul tema ambientale e attraverso un formale atto di indirizzo che obbligherà il Comune ad occuparsene in maniera prioritaria e non come fatto fino a oggi, dato che nelle scorse settimane pare che l’Airsense, un’unità di rilevazione mobile in possesso alla Provincia Regionale e una delle poche armi a disposizione del Comune per venire a conoscenza in tempo reale delle sostanze presenti in atmosfera sia stato trasferito a Priolo Gargallo. Il tutto senza che l’amministrazione comunale abbia mosso un dito o detto una parola”.

2 Comments

  1. Foscolo says:

    Ma ci voleva un programma TV?lo sapevano tutti.

  2. Liviana Andreossi says:

    Il servizio in onda ieri sera evidenziava come i rilievi dell’Arpa, sulla qualità dell’aria, certificavano che gli inquinanti erano abbondantemente sotto i limiti ( tutto dipende da quello che si cerca e come si cerca)
    Direi che l’inquinamento da metalli pesanti va certificato nel suolo e in falda. Fondamentale attivare i medici sentinella e il registro tumori. Esiste una catastrofe ambientale e va certificata in toto con quantificazioni attuali e pregresse.
    Le richieste dei politici per nome del Scrofani mi sembrano pannicelli caldi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com