breaking news

Siracusa| Ieri sera nel salotto di piazza minerva i ricordi su Tonino Accolla e Alberto Sordi

28 Giugno 2017 | by Rosa Tomarchio
Siracusa| Ieri sera nel salotto di piazza minerva i ricordi su Tonino Accolla e Alberto Sordi
Spettacolo
0

Premio alla carriera per Sorrentino  e Andò. Stasera anche Webmarte sceglierà il miglior giovane doppiatore .

Lasciato il suggestivo amarcord  di uno dei più amati attori italiani, Alberto Sordi, stasera il Premio Tonino Accolla entrerà nel vivo con il contest tra sei giovani doppiatori selezionati da dodici scuole di doppiaggio italiane i quali si cimenteranno in diversi “anelli” tratti da film celebri al cospetto di una giuria tecnica e un’altra riservata alla stampa.

L’appuntamento è per stasera alle 21 nella splendida cornice di Piazza Minerva, a cura di ARCA di Stefania Altavilla e Giuseppe Mandalari che in quattro anni hanno fatto compiere al premio alla memoria del compianto Tonino Accolla (attore, doppiatore di origine siracusana) passi da gigante affiancando al target già di per se altisonante di una manifestazione unica nel suo genere in tutta Italia, brand famosi come Roma Film Festival, Ambi Media Italia, Fono Roma, Mibact, oltre a Regione Sicilia e Comune di Siracusa.

In effetti, ieri sera c’era un po’ di tutto e di più: c’era un po’ della Dolce Vita di Roma e del red carpet di Venezia. Nomi di un certo rilievo hanno animato un parterre de rois di tutto rispetto. Toccanti i ricordi degli amici e colleghi più stretti di Tonino Accolla: da Adriano Pintaldi, presidente del Roma Film Festival, che ha donato al pubblico siracusano, numerosissimo, alcuni “cammei” della carriera da doppiatore di Alberto Sordi, come Domeniche d’Agosto, e altri inediti per i più che sconoscevano questa capacità professionale del grande attore romano.

Bello il ricordo di Massimo Corvo: “Tonino era un artista a tutto tondo, infatti era sempre in ritardo, mai puntuale, essendo un genio. Un giorno ricordo che lo acchiappai letteralmente di peso verso la stanza del doppiaggio e lui rise come un matto (inimitabile la sua risata alla Eddy Murphy). Il film da doppiare era Lion. Solo così lo finimmo in tempo!”.

La serata ha visto anche diversi frame musicali dal vivo con la partecipazione, tra gli altri, del chitarrista siracusano Alessandro Faro, altro vanto, autore della colonna sonora La verità vi spiego sull’amore e Poli opposti, in uno splendido virtuosismo.

Attesissimo l’intervento di Claudio Sorrentino, decano del doppiaggio italiano, voce che meriterebbe senz’altro un premio Oscar. Ci ha pensato ARCA assegnandogli il premio alla carriera realizzato da Pietro Marchese. “Difficile mestiere il nostro – ha esclamato lesto Sorrentino – siamo attori che recitiamo da fermi e non è per niente facile trasmettere emozioni senza essere coinvolti nell’azione scenica. Ci vuole tanta fatica e tanta scuola. L’incubo più grande? Quando a sette anni mi ritrovai a doppiare Rusty di Rin Tin Tin! Ho iniziato così!

All’assessore Francesco Italia (presente ieri sera anche sul palco per i saluti istituzionali) vorrei far presente che noi doppiatori non siamo soliti venire alle manifestazioni fine a se stesse come se fossimo compagnia di giro. Ma a Siracusa non potevo non venire, a questo premio meraviglioso e che ha un senso logico: formare i giovani. Non a caso, ho deciso di offrire ai vincitori di questo contest dedicato a Tonino Accolla la possibilità di avere qualche ruolo in uno dei miei film. Ripeto, la vita del doppiatore non è facile, ho sempre in mente l’immagine di una grande scuola con su scritto “FAME”, che a volte può significare “Famosi”, altre ancora “Fame” nel vero senso della parola italiana!”.

Ospiti d’eccezione ieri sera anche la squadra olimpionica della nazionale femminile di pallanuoto, accompagnata dalla dirigenza dell’Ortigia del presidente Vancheri e del vice Marotta, e dal coach azzurro Fabio Conti, per annunciare le grandi sfide del Sei Nazioni alla Piscina “Paolo Caldarella” della Cittadella dello Sport dal 6 al 9 luglio.

Sul palco ieri anche Roberto Andò, regista e attuale direttore artistico dell’INDA di Siracusa: “Con Tonino lavorammo insieme al film “Sotto falso nome” nel 2009, in lingua francese, lui era direttore del doppiaggio. Aveva un sogno, Tonino, recitare in teatro, avevo un debole per Pinter “. Premio alla carriera anche per Andò, l’opera realizzata dall’artista siracusano Giuseppe Piccione, a conclusione dell’omaggio resogli da Pintaldi: 15 minuti di vero cinema.

Stasera dunque si entra nel vivo della “battle” con sei giovani talenti e aspiranti doppiatori: Chiara Sansone, Daniele Sapio, Gemma Anna Sergi, Giulio Mayer, Ilaria Cardone, Valerio Bertaccini. Tra gli ospiti l’attrice siracusana Lucia Sardo e il figlio di Tonino Accolla, Lorenzo che curerà la direzione del doppiaggio dal vivo.
Conducono la serata Mimmo Contestabile e Vanessa Galipoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com