breaking news

Siracusa| Il 30 l’Osservatorio per i Diritti dell’Infanzia

23 Gennaio 2018 | by Redazione Webmarte
Siracusa| Il 30 l’Osservatorio per i Diritti dell’Infanzia
Cronaca
'
0

L’assemblea all’Assessorato Politiche Educative con la presenza di associazioni, enti ed operatori per l’infanzia. Tra gli obiettivi la valorizzazione delle differenze.

Il difensore dei Bambini Carla Trommino (foto) ha convocato l’Osservatorio per i diritti dell’Infanzia il 30 gennaio alle ore 15 presso l’Assessorato alle Politiche Educative, via N. Bixio, 1. All’Osservatorio potranno prendere parte gli enti, le associazioni e i soggetti privati con specifiche competenze in ambito di infanzia che operano nella città di Siracusa e che, per esperienza o vocazione statutaria, siano portavoce di interessi concorrenti con quelli dell’Ufficio del Difensore dei diritti dei Bambini.

Nel corso della riunione ai soggetti che non lo avessero ancora fatto, sarà richiesta la sottoscrizione del modulo di adesione all’Osservatorio stesso.

L’ultima riunione si è tenuta a dicembre, erano presenti: Auser Territoriale, Leggimi una storia, Rete centri antiviolenza, Accoglierete, Centro Phronesis, Amnesty International di Siracusa, La compagnia dei Pupari Vaccaro-Mauceri, Forum Terzo Settore, Stonwell, Coop. Soc. Iris, Coop. Mondo nuovo, Ass. Zuimama, Unicef – Siracusa, La Garderie – Eureka, CO.PRO.DIS, Diversamente uguali.

Carla Trommino, difensore dei Diritti dei Bambini della Città di Siracusa, ha esposto brevemente l’oggetto dell’incontro e gli obiettivi dell’Osservatorio. Obiettivo del primo incontro, facilitato dalla dott.ssa Musumeci, è far emergere i bisogni dei bambini e, basandosi su questi, negli incontri successivi lavorare sulle criticità e potenzialità del sistema al fine di arrivare ad un elenco di proposte e attività. A questo fine si è chiesto ai partecipanti di chiudere gli occhi e visualizzare la prima immagine/sensazione viene in mente ripensando la nostra infanzia.

Si è poi passati all’individuazione degli ambiti di lavoro su cui focalizzare le azioni dell’Osservatorio: costruzione di Condizioni di Sicurezza per i bambini sia fisica che psicologica, Valenza Educativa della Città e di chi la dirige (educazione, modelli positivi, coerenza e motivazione). Costruzione di luoghi e occasioni di Socializzazione e di Scambio intergenerazionale; Supporto alle Famiglie; Formazione degli operatori dell’infanzia e delle famiglie all’ascolto e alla cura. InclusioneValorizzazione delle differenze.

Si è anche deciso di costruire una Mappa della Città dei Piccoli con il supporto dello staff ITC del Comune che verrà coinvolto per tale iniziativa. L’incontro si è chiuso con la programmazione dell’incontro del 30 gennaio e l’invito a proporre iniziative su cui sperimentare la costruzione di una rete tra gli aderenti all’Osservatorio e il Comune.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com