breaking news

Siracusa| Il Brescia si aggiudica i tre punti in palio contro l’Ortigia

1 Dicembre 2019 | by Redazione Webmarte
Siracusa| Il Brescia si aggiudica i tre punti in palio contro l’Ortigia
Sport
0

Gli uomini di Bovo espugnano Siracusa grazie al gol di Alesiani (deviato da un difensore biancoverde) a 3’19 dal termine del quarto parziale, dopo una gara bellissima e in costante equilibrio.

Davanti a una tribuna finalmente gremita, l’Ortigia gioca bene, difendendo in maniera impeccabile contro un Brescia altrettanto ordinato e organizzato in fase difensiva. Nei primi due parziali, Nora e Figari (su rigore) provano a portare avanti gli ospiti, ma l’Ortigia c’è e risponde colpo sul colpo, prima con Napolitano e poi con Vidovic. Prima dell’intervallo lungo, Figari si trova nuovamente dai cinque metri, ma stavolta Tempesti respinge il rigore facendo esultare i tifosi. Il terzo tempo è scoppiettante, con l’Ortigia che riesce a portarsi sul 5-4, ma viene raggiunta da Nora a un minuto dalla fine del terzo parziale. Nell’ultima frazione, l’Ortigia sbaglia sotto porta, mentre Alesiani ci prova da fuori trovando una fortunosa deviazione che beffa Tempesti I biancoverdi si rifanno sotto, sbattendo contro la difesa del Brescia e recriminando per alcune dubbie decisioni arbitrali. Alla fine, però, vince il Brescia, che aggancia i biancoverdi al secondo posto.

Il commento del tecnico dell’Ortigia, Stefano Piccardo: “La squadra ha giocato bene per tutti e quattro i tempi contro un ottimo Brescia. I ragazzi hanno nuotato, facendo una buona prestazione. Oggi abbiamo sbagliato pochissimo, prendendo pochi gol. Siamo contenti di quello che abbiamo fatto. Certo, è normale che ci sia rammarico, ma nello sport si perde e si vince. Oggi è andata così, in qualche situazione potevamo fare diversamente, mentre in altre siamo stati obiettivamente sfortunati. Voglio ringraziare il pubblico, perché è stato bello vedere la piscina piena”. Riguardo agli episodi arbitrali, che hanno scatenato le proteste di giocatori e tifosi, Piccardo abbassa i toni: “Ci sono le immagini che parlano chiaro, ma è riduttivo discutere degli arbitri. A inizio anno, sapevamo che avrebbero fatto fatica ad adattarsi alle nuove regole, anche se a volte credo che bisognerebbe fischiare con meno personalismi e guardare come si svolge realmente il gioco. Questo però è un mio punto di vista, che alla fine non conta niente”.

A fine match parla anche il portiere dell’Ortigia, Stefano Tempesti, oggi autore di un’altra grande prestazione sotto gli occhi del CT della Nazionale, Sandro Campagna: “Questa sconfitta – afferma Tempesti – ci lascia la consapevolezza che possiamo battere anche grandi squadre e che possiamo giocarcela alla pari con tutti. L’ultimo gol preso così fa parte del gioco. Certo, fa un po’ rabbia perché abbiamo fatto una difesa perfetta per tutti e quattro i tempi. Abbiamo fatto una super difesa, nonostante commettiamo ancora degli errori. Oggi, però, abbiamo messo un altro mattoncino sul percorso che stiamo facendo verso traguardi importanti. Dispiace, perché meritavamo quantomeno il pareggio, ma resta il fatto che abbiamo fatto una grande partita contro una grande squadra.

C.C. ORTIGIA – AN BRESCIA 5 – 6 (0-1, 2-1, 3-3, 0-1)
C.C. Ortigia: Tempesti, Cassia, Abela, La Rosa , Di Luciano, Ferrero 1, Giacoppo (Cap), Gallo 1, A. Condemi, Rossi 1, Vidovic 1, Napolitano 1, Caruso. Allenatore: Stefano Piccardo
AN Brescia: Del Lungo, Alesiani 1, C. Presciutti, Buha 1, Cannella, Nikolaidis, Guerrato, Nora 2, Tononi, Bertoli, Figari 2, Balzarini, Gianazza. Allenatore: Alessandro Bovo
Arbitri: Daniele Bianco (Rapallo, GE) e Vittorio Frauenfelder (Salerno)
Superiorità numeriche: ORT 3/10; BRE 2/8 + 2 rig.;
Espulsioni definitive: Guerrato (B) nel 3° tempo per limite di falli; espulso Giacoppo (O) per proteste.
Note: Tempesti para un rigore a Figari nel 2° tempo; espulso l’allenatore Piccardo (O) nel 4° tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com