breaking news

Siracusa| Il Comune paga per le carcasse di animali al posto dei rifugi?

Siracusa| Il Comune paga per le carcasse di animali al posto dei rifugi?
Politica
'
0

Meetup Archimede 2.0 dei  5Stelle: “Richiesta urgente di realizzare un regolamento organico sugli interventi prevenzione randagismo”

 

I componenti del Meetup Archimede 2.0 di Siracusa hanno riscontrato alcune che ritengono importanti anomalie nella organizzazione e gestione del problema randagismo che, se confermate, potrebbero condurre alla conclusione che i cittadini di Siracusa pagano due volte i medesimi servizi. Il Meetup chiede alcune delucidazioni al Comune al fine di decidere le azioni successive da mettere in atto. Prima richiesta di chiarimenti relativa allo smaltimento delle carcasse di animali. “Dai documenti in nostro possesso – scrivono i 5stelle –  risulta che il capitolato  in base al quale dovrebbe essere stato affidato l’appalto di  ricovero e custodia degli animali randagi per un periodo di 24 mesi (dal 1.10.2014 al 31.09.2016) [vedi Città di Siracusa X Settore Ambiente – Servizio Ecologia ] reperibile nel sito   del Comune, recita:  “Procedura per la formazione di una graduatoria di soggetti interessati all’affidamento del servizio di trasferimento, ricovero, custodia e mantenimento di animali randagi rinvenuti e catturati nel territorio comunale – CIG 588774942D” Tale capitolato, all’art. 7 (modalità del servizio e specifiche tecniche) ribadisce: …….. La ditta affidataria si impegna a: – fornire al Servizio veterinario della ASP (che gestisce l’anagrafe canina informatizzata) ed al Comune i dati inerenti il codice identificativo degli esemplari ceduti in adozione…- provvedere allo smaltimento delle carcasse di animali deceduti nel rifugio; – comunicare mensilmente a questo comune il numero di animali in convenzione e settimanalmente il numero e la data di quelli eventualmente deceduti, il numero e la data dei nuovi animali introdotti nella struttura e di quelli dati in adozione; ed ancora “in caso di decesso animale la carcassa sarà smaltita, con onere a carico dell’aggiudicatario, in accordo alle modalità di cui al regolamento CE n.1774/2002”. Alla luce di quanto sopra specificato  ci risultano incomprensibili alcune delibere con cui il Comune di Siracusa liquida somme per il trasporto ed incenerimento carcasse di animali deceduti [prelevati “presso vari rifugi” di Siracusa] e parti anatomiche di interventi chirurgici.Tra esse ad esempio ci riferiamo alle liquidazioni:

         n.42     del 15.02.2016  per euro  4.170,40

            n.373   del 22.12.2015  per euro  2.842,60

            n.141   del 03.04.2015  per euro  2.842,60

            n.100   del 03.04.2014   per euro  1.631,00

            n.217   del 23.07.2014   per euro  6.426,50

            n.146   del 09.07.2013   per euro  1.633,50

            n.105   del 13.05.2013   per euro  2.250.60

            n.279   del 14.12.2012   per euro  3.750,00

Le suddette determine infatti sono nettamente diverse da quelle in cui chiaramente si  liquidano somme per carcasse recuperate per strada [ad esempio ci riferiamo alla n.37    del  09.02.2016   per euro      732,00] Richiesta: come mai accade ciò ? La distruzione delle carcasse degli animali morti  ospitati nei rifugi non è a carico dei rifugi stessi? Seconda richiesta di chiarimenti (relativa all’affidamento del Servizio Ricovero). Dopo l’emissione del bando per assegnare l’appalto di ricovero e custodia degli animali randagi per un periodo di 24 mesi (dal 1.10.2014 al 31.09.2016) cosa è accaduto ? E’ stato assegnato ?
Se SI        A chi ?  E perché non è stato pubblicato sul sito del Comune l’esito di gara?

Se NO     Come funziona il servizio? Chi lo controlla? Perché non è stato affidato ? Cosa si aspetta ?
Questa la richiesta finale del Meetup Archimede: poiché non poca parte delle liquidazioni in materia di randagismo risulta fatta “fuori bilancio” ed essendo il comune di Siracusa in serie difficoltà economiche, pur con totale spirito collaborativo riteniamo necessario che Lei aiuti i cittadini a comprendere  come vengono spesi questi soldi.  Terza richiesta di chiarimenti ( cattura e custodia). Secondo la Determina dirigenziale n.150 del X Settore Ambiente datata 10 Maggio 2016, per il Servizio Cattura cani e custodia e mantenimento in vita è stato approvato un impegno di spesa di 150.000 euro che, in essa si legge “derivano dalla Ordinanza sindacale n.28/Gab del 29.4.2016”. Ma la suddetta ordinanza sindacale non è reperibile sul sito del comune, per cui Richiesta: chiediamo di conoscere a quale motivazione è ascrivibile l’erogazione di suddetta cifra ed a che titolo è stato scelto di assegnarla se, come si evince dalla Determina 195 del 1.7.2016  di iniziativa del Dirigente X Settore, la gara non è stata assegnata (e ci pare che il beneficiario dei suddetti fondi non fosse nemmeno tra le ditte convocate). Quarta richiesta di chiarimenti ( monitoraggio): Il meetup Archimede 2.0 chiede inoltre di conoscere se i Rifugi comunicano (come previsto) settimanalmente il numero di animali presenti, deceduti e dati in adozione, e dove sono reperibili tali dati. Infatti lo spirito della legge è quello di ridurre il problema del randagismo, ma da oltre 20 anni ci pare che nella nostra città il numero (ed i costi) tendano costantemente a salire vanificando anche ogni sforzo  delle associazioni animaliste per migliorare l’esistenza dei nostri piccoli amici animali. Gli scriventi ritengono sia l’ora di mettere ordine in questa materia che, oltre a riguardare una voce importante della salute pubblica, pare costi ai contribuenti della nostra città oltre 2 milioni di euro a biennio. Ci pare di aver compreso che la gravità del problema randagismo risieda nel fatto che la materia viene gestita con Determine dirigenziali, Determine sindacali e/o delibere del Consiglio comunale episodiche fatte da persone che cambiano continuamente (anche in modo fisiologico) ed in assenza di un regolamento organico che rimanga come punto di riferimento stabile e fonte di diritto. Le chiediamo pertanto con la presente di attivare le procedure per realizzare un regolamento comunale sul randagismo che disponga come attuare quanto previsto dalla Legge regionale 3 Luglio 2000 n.15 e metta finalmente ordine in questa materia che, a nostro parere, comporta perdite ingenti di danaro pubblico. Qualora questo regolamento esista già, ci fornisca cortesemente le indicazioni per poterne prendere visione ed essere a conoscenza della legittimità dei vostri atti”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com