breaking news

Siracusa| Il Comune stabilizza 74 precari

Siracusa| Il Comune stabilizza 74 precari
Cronaca
'
0

Il Comune stabilizza 74 precari. Oggi la firma dei contratti a tempo indeterminato. Presenti stamane il sindaco Garozzo, il vice Italia e l’assessore Piccione: “Era un nostro preciso impegno”.

Con la firma del contratto di assunzione a tempo indeterminato per 24 ore settimanali, da stamattina 74 precari del Comune (i cosiddetti articolisti) sono stati stabilizzati. Sempre da oggi aumentano le ore settimanali, da 20 a 24, per altri 9 dipendenti stabilizzati qualche anno fa.

Alla firma dei contratti, avvenuta nel salone “Paolo Borsellino” di palazzo Vermexio, erano presenti: il sindaco Giancarlo Garozzo, il vice Francesco Italia, l’assessore al Personale Salvatore Piccione, la segretaria generale Danila Costa, il dirigente Giuseppe Ortisi e la funzionaria che ha curato il procedimento Carmela Franzò.  “La vostra stabilizzazione – ha detto il sindaco Garozzo durante la cerimonia – era un nostro preciso impegno programmatico ma per condurla in porto è stato necessario sostenere un vero e proprio braccio di ferro con la burocrazia sull’interpretazione della normativa. Appena si è aperta la possibilità siamo intervenuti con determinazione e siamo riusciti a sbloccare l’iter. Per me è una grande soddisfazione perché conosco tantissimi di voi da quando, 20 anni fa, sono stato eletto per la prima volta come consigliere di circoscrizione, conosco le vostre storie personali e, soprattutto, ho apprezzato la serietà, l’impegno e la competenza. Per voi si apre una nuova fase con una certezza maggiore”.

 “Giunge a termine un percorso amministrativo che grazie al decreto Madia dello scorso anno ha avuto un’accelerazione negli ultimi mesi”, ha dichiarato l’assessore Piccione, che ha aggiunto: “Quello della stabilizzazione del personale precario del Comune era uno dei punti programmatici di questa Amministrazione. Dal primo giugno tanti lavorati avranno riconosciuto un diritto che avevano maturato nel tempo e decine di famiglie potranno guardare con maggiore ottimismo al proprio futuro”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *