breaking news

Siracusa| Il mito Enzo Maiorca non morirà mai

17 Dicembre 2016 | by Redazione Webmarte
Siracusa| Il mito Enzo Maiorca non morirà mai
Attualità
'
0

Giornata – ricordo del re degli abissi con Archeoclub all’Area Marina Protetta. Granata: “Il suo lascito è straordinario, riconquistare l’eredità dei padri per possederla definitivamente”. Patrizia Maiorca: “Un’anziana signora di Ortigia mi ha detto, sii serena i grandi miti non muoiono mai”.

650x50-santalucia

Omaggio a Enzo Maiorca a un mese dalla scomparsa, stamattina nella sala Ferruzzo Romano dell’Area Marina Protetta. Su iniziativa dell’Archeoclub intitolato alla memoria del grande sub siracusano, tanti gli ospiti di questa giornata di memoria insieme alla figlia Patrizia col supporto delle immagini di Linea Blu tratte dall’intervista Rai di Donatella Bianchi andata in onda qualche domenica fa sul nazionale.

Tra i promotori dell’iniziativa, Fabio Granata, presidente Archeoclub, l’archeologo Sebastiano Tusa. A moderare il dibattito Francesca Pedalino. Insieme hanno esplorato le diverse dimensioni del personaggio Enzo Maiorca, al di là delle sfide sportive, anche il suo impegno politico, sociale in difesa del mare e delle sue coste.

Oggi non è una commemorazione,- ha esordito Fabio Granata –  ad un mese dalla sua scomparsa fisica lui ha pensato bene di lasciarci questo messaggio, sapeva bene che ci saremmo riuniti qui per decidere le sorti del suo mare e difenderlo. Sono convinto che qui ci sarebbero state centinaia di persone, interessate a partecipare, ma il maltempo ha condizionato le presenze. Prua al mare, espressione molto cara a Enzo che con noi ha ingaggiato mille battaglie nel percorso che ha portato a riemergere e farci parte attiva di questo momento di consapevolezza. Da dove siamo partiti? Il dato della solidarietà e dell’unità di intenti, cosi come ha sottolineato bene Tusa, ma oggi c’è la necessità anche di regole e di strumenti per rispettarle. Aspetto fondamentale è che il principio, l’azione della tutela debbano partire da Tapsos sino al Plemmirio dove c’era il rischio che venisse realizzato un grosso impianto di tonnicultura giapponese. Abbiamo bloccato questo scempio. Perché? Crediamo in quel riconoscimento dell’Area Marina Protetta e nelle parole di Enzo: l’eredità dei padri devi riconquistarla se vuoi possederla davvero Questo il vero lascito di Enzo Maiorca e noi dobbiamo costruire su quel lascito una vera prospettiva futura, ambientale, culturale, politica. Anche in quel breve periodo di senatore, Maiorca si occupò di industria, di aree marine protette, di riserve, non di musualizzazione dell’ambiente ma di dare grande opportunità di futuro alla sua città pensando alla tutela delle sue pietre, del suo mare e del suo grande passato. Una sorta di Ulisse che sfidava i limiti persino della scienza. La capacità di vedere oltre, verso altre aspettative.

Un lascito straordinario, potente, che noi abbiamo il dovere nella sua memoria di proiettare in avanti. Tante battaglie hanno intervallato queste dinamiche non solo di straordinario sportivo. La cifra più profonda di Enzo Maiorca è il suo lascito spirituale, umano che dona oggi alla sua città. Porto sempre con me il caro ricordo di Maria e Enzo che passeggiano per Ortigia. Ho notato sempre una idea del riguardo e del rispetto per la città, ad ogni loro passeggiata riscoprivano sempre nuovi aspetti dell’isola. Un grande eroe greco!”.

A concludere la giornata la figlia Patrizia Maiorca: “Grazie a nome mio e a nome della mamma. Mi viene in mente un episodio accaduto subito dopo la morte di papà nella camera ardente allestita al Comune. Mi si avvicina un’anziana signora residente in Ortigia. Il marito aveva un laboratorio di falegnameria. Mi racconta come papà era sempre pronto con una parola di conforto quando si trovava a passeggiare con la mamma per i vicoli del centro storico. Vedendomi un po’ avvilita mi dice: “Devi essere serena perchè tuo padre era un mito e i miti non muoiono mai!”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com