breaking news

Siracusa | Il Sindaco Italia passa il testimone al Comitato promotore

Siracusa | Il Sindaco Italia passa il testimone al Comitato promotore
Attualità
'
0

A Siracusa, per la “Capitale italiana della cultura 2024”, il Comitato promotore diventa permanente e da oggi è al lavoro per realizzare i progetti contenuti nel dossier presentato al Ministero.

Anche se non è stato raggiunto il risultato massimo della vittoria, Siracusa si mette in moto per il arrivare agli obiettivi materiali e immateriali proposti e sceglie di farlo in due modi: rendendo pubblico il dossier, che da oggi è scaricabile dal sito istituzionale www.comune.siracusa.it (nei prossimi giorni sarà inserito un video realizzato dal regista Gabriele Vinci); e con il coinvolgimento di tutti quei soggetti, oltre 150, che hanno dato il loro contributo di idee alla candidatura. L’annuncio è stato dato stamattina nel corso di una conferenza stampa del sindaco, Francesco Italia, e dall’assessore alla Cultura, Fabio Granata. Presente anche il Comitato, che adesso avrà una sede fisica a Palazzo Montalto e che tornerà a riunirsi a breve per darsi delle modalità di funzionamento e per definire le priorità nella realizzazione delle iniziative. Un Comitato aperto anche a nuovi contributi e che diventa esso stesso luogo di progettazione.

«Sapevamo che la vittoria sarebbe stata difficile da raggiungere – ha detto il sindaco Italia – perché numerose sono le variabili in gioco, ma era una sfida che andava affrontata. Sinceramente non riesco a comprendere chi sostiene la tesi per cui chi partecipa debba essere condannato a vincere. Mi sembra un messaggio incomprensibile anche sotto il profilo educativo che non posso in alcun modo condividere. Dal sindaco Italia è poi arrivato il passaggio di testimone al Comitato per la realizzazione dei progetti. «È’ doveroso oggi ringraziare tutti ma l’invito è a proseguire questo percorso di partecipazione, con la consapevolezza che alcuni progetti andranno certamente in porto perché  già finanziati. Non a caso – ha aggiunto – abbiamo convocato questo riunione prima della proclamazione della vincitrice: vogliamo dare continuità a questo percorso e il mio invito è a fare ogni sforzo possibile di coinvolgimento dei giovani che oggi più che mai devono essere protagonisti, a cui dobbiamo e vogliamo simbolicamente affidare il lavoro realizzato per la candidatura».

Sulla stessa linea Fabio Granata, che ha parlato di una «nuova fase di questo cammino» e poi ha difeso la scelta della candidatura: «Avremmo potuto non presentarla, come ha detto qualcuno, rivendicando la bellezza e la storia di capitale del classicismo che già appartiene a Siracusa, ma saremmo stati autoreferenziali. Invece abbiamo avviato questo percorso per capire quali sono i limiti reali della città calati nel presente. Un percorso costruito sulla qualità, consapevoli che se vogliamo avvicinarci alla grandezza del passato dobbiamo essere capaci di misurarci con le sfide della contemporaneità. Andiamo avanti – ha aggiunto l’assessore Granata – sapendo che alcuni risultati sono già stati raggiunti. Abbiamo inaugurato un metodo di lavoro basato sulla condivisione; abbiamo un logo che è un vero e proprio brand; abbiamo coinvolto i rappresentanti delle categorie produttive che hanno dato un contributo economico. E nei presto vedremo concretizzarsi alcuni progetti come un Parco della mura dionigiane per mettere in connessione la città con il castello Eurialo; un collegamento con il Plemmrio; il Teatro di Verdura nella Latomia dei cappuccini; il Museo del cinema nell’ex chiesa dei Cavalieri di Malta affidato alla pro-loco e all’Ortigia Film Festival; la riapertura della cripta della chiesa del Collegio; una serie di camminamenti organizzati per visitare alcune eccellenze del nostro patrimonio culturale e ambientale».

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *