breaking news

Siracusa| Incendiata auto della presidente Centri Antiviolenza

7 Febbraio 2018 | by Redazione Webmarte
Siracusa| Incendiata auto della presidente Centri Antiviolenza
Cronaca
'
0

Una società sempre piu rivolta verso l’odio. Allarme sociale lanciato dal mondo dell’associazionismo che stamattina ha manifestato solidarietà in Tribunale all’avvocato Daniela La Runa pronta lo stesso ad incontrare il Gip per la tutela della sua assistita. Accertato il dolo, un testimone avrebbe visto del liquido infiammabile.

Stamattina manifestazione di solidarietà in Tribunale all’avvocato Daniela La Runa che si è recata ugualmente dal Gip per relazione la difesa della sua assistita. L’avvocata delle donne vittime di violenza ed abusi va avanti lo stessso, nonostante l’auto distrutta dalle fiamme nottetempo. Perchè di dolo si dovrebbe trattare, pochi dubbi, dicono gli inquierenti. E non mancano i testimoni. Qualcuno avrebbe riferito della presenza di una lunga striscia per terra di liquido infiammabile. Facile collegare il gesto “vigliacco e vergognoso” (cosi commentano dai social l’episodio) alla professione svolta da La Runa all’interno della Rete Centri Antiviolenza. Un impegno fortemente sociale e delicato, da qui il sospetto che possa trattarsi di un gesto di vendetta.

Altro collegamento il fatto che i parenti dell’assistita di La Runa avessero subito incendi d’auto. Il link è cosi già fatto, ma mancano le prove. “Le persone oneste che lottano per la giustizia ricevono queste risposte da chi vuole un mondo buio e sommerso” – cosi si legge nella lunga catena di commenti solidali sui social . E ancora: “Evidentemente il suo operato ha dato fastidio a qualcuino che ha ben pensato di intimorire cosi.  – esclama Tiziana Biondi di Stonewall – Ma Daniela La Runa, presidente della Rete Centri Antiviolenza non è sola e non verrà lasciata sola da chi, come le volontarie, la conosce, la stima, la affianca ogni giorno in queste battaglie. Ci auguriamo che il responsabile di tale gesto infame venga assicurato alla giustizia”.

Sembra che stiamo andando verso una società dell’odio – si legge ancora – questi gesti la dicono tutta sul grado di delinquenza che regna nella nostra provincia “babba”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20
Visualizzazioni: 48

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *