breaking news

Siracusa | Incidente impianto Isab sud: tre lavoratori coinvolti

Siracusa | Incidente impianto Isab sud: tre lavoratori coinvolti
Sindacale
'
0

Ha destato preoccupazione l’incidente di questa mattina che ha coinvolto 3 operai presso che lavoravano nell’impianto 1600, ISAB Sud.

I tre lavoratori coinvolti nell’incidente dopo essere stati medicati presso l’infermeria ISAB, sono stati trasportati per le cure del caso presso l’ospedale Umberto I° di Siracusa e il Cannizzaro di Catania. “Questo nuovo incidente, dopo quello di qualche settimana fa presso l’impianto IGCC, dimostra quanto, lo scenario di incertezza e tensione che il Petrolchimico sta vivendo in questi mesi, pesi anche sulle reali condizioni di sicurezza e salute dei lavoratori. Un fattore di rischio aggiuntivo, che va contrastato con azioni che demoliscano in profondità gli elementi degenerativi di questo sistema mettendo in equilibrio lavoro e salute” affermano Antonino Recano della Fiom-Cgil e Giorgio Miozzi della Uilm-Uil.

Per fare questo occorre costruire un percorso coraggioso dove tutte le forze sociali sono chiamate a sviluppare un’azione decisa per la costruzione di un nuovo modello industriale che definisca regole certe sugli appalti e un contrasto vero alla precarietà che mette in discussione professionalità e competenze. Fiom e Uilm rimangono fermamente convinti che dietro ogni incidente, dietro ogni mancato incidente, dietro ogni morte sul lavoro, ci sia sempre lo sfruttamento e la condizione di subalternità dei lavoratori alle logiche e agli interessi delle imprese. Uno scenario complesso che premia spesso l’azienda meno qualificata o quella che garantisce ritmi di lavoro sempre più alti, dove l’assenza di formazione adeguata sulla sicurezza, un’evidente debolezza del mondo del lavoro insieme alla costante destrutturazione dei processi di manutenzione rappresentano fattori di rischio inaccettabili per la salute e la sicurezza dei lavoratori. Occorre incrementare i controlli da parte delle istituzioni, realizzare strutture territoriali che esercitino una costante azione di monitoraggio e denuncia, occorre esercitare ognuno il proprio ruolo con coerenza e fermezza”.

«Il tema della sicurezza si ripresenta dopo l’incidente avvenuto questa mattina all’interno dell’Isab. In attesa che venga ricostruita l’esatta dinamica di quanto avvenuto, si tenga alta l’attenzione sul lavoro sicuro all’interno del polo industriale.» Lo afferma Angelo Sardella, segretario generale della Fim Cisl Ragusa Siracusa, che si è subito accertato delle condizioni dei tre lavoratori rimasti feriti questa mattina e ha rilanciato il tema sicurezza come priorità. «Lo ribadiamo da sempre – ha detto il segretario dei metalmeccanici Cisl – la sicurezza deve restare l’investimento principale per tutte le aziende. Siamo tutti convinti che la sicurezza non può mai essere sacrificata sull’altare di appalti al ribasso, serve piuttosto una presa di coscienza collettiva che riesca a governare i tempi del lavoro e le condizioni dello stesso. L’incidente di questa mattina segue quello avvenuto non molti giorni fa – conclude Sardella – I metalmeccanici della provincia di Siracusa rappresentano una delle forze professionali migliori sul mercato. Si sia sempre loro il giusto riconoscimento, partendo proprio dal controllo di tutti i sistemi di sicurezza e di prevenzione.»

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *