breaking news

Siracusa | Insofferente al controllo di polizia minaccia gli agenti

Siracusa | Insofferente al controllo di polizia minaccia gli agenti
Cronaca
'
0

E’ accaduto nelle primissime ore dell’alba di oggi all’interno del cortile antistante il pronto soccorso dell’Ospedale Umberto I° allorché gli agenti delle volanti hanno proceduto al controllo di un’autovettura con a bordo due soggetti, già conosciuti alle forze di polizia.

Uno degli occupanti dell’autovettura si mostrava insofferente al controllo tanto da oltraggiare i poliziotti e minacciarli. L’uomo quarantenne, siracusano è stato denunciato per oltraggio, minaccia e resistenza a Pubblico Ufficiale. Sempre nel capoluogo, un uomo non rispetta le prescrizioni imposte dalla misura cautelare degli arresti domiciliari: 45enne portato in carcere. Nella serata di ieri, agenti delle Volanti hanno eseguito un ordinanza di carcerazione, emessa dal Tribunale di Siracusa, in aggravamento della precedente misura degli arresti domiciliari nei confronti di un uomo di quarantadue anni. L’ordinanza di aggravamento si è resa necessaria a seguito delle ripetute evasioni compiute dall’uomo, che si trovava agli arresti domiciliari per reati contro il patrimonio. Dopo le incombenze di rito è stato accompagnato nel carcere di Cavadonna.

A Priolo Gargallo, un uomo litiga con la compagna nei pressi del commissariato: arrestato per maltrattamenti in famiglia. Nella giornata di ieri, gli agenti del Commissariato di P.S. di Priolo Gargallo, udendo delle grida provenienti da una strada vicina agli uffici di polizia, sono intervenuti interrompendo un litigio tra un uomo, di 46 anni, e la sua compagna, una donna di 44 anni. Quest’ultima, portata in commissariato, ha raccontato ai poliziotti di essere vittima di reiterati maltrattamenti da parte del compagno che, per tali motivi,  è stato arrestato per il reato di maltrattamenti in famiglia e posto agli arresti domiciliari.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *