breaking news

Siracusa| Intimidazione al sindacalista Gugliotta

5 Novembre 2016 | by Redazione Webmarte
Siracusa| Intimidazione al sindacalista Gugliotta
Cronaca
'
0

Un uomo nei pressi della Cgil avrebbe inseguito e fotografato il segretario Filcams. Portato in trappola sino in Questura e bloccato. Vaccaro e Leonardi: “Episodio inquietante!”

output_l2vs8d

faro-300x250bis

Un grave gesto intimidatorio nei confronti del segretario Generale della Filcams CGIL di Siracusa Stefano Gugliotta, è stato bloccato dal tempestivo intervento della Digos di Siracusa, che ha fermato e identificato l’individuo che, ieri 4 novembre, nei pressi della sede della CGIL di Siracusa, ha lungamente inseguito e ripetutamente fotografato sia l’autovettura sia il segretario Gugliotta nella giornaliera azione di sindacalista anche mentre era in compagnia della RSA della CHELAB s.r.l. Graziano Barreca. I due sindacalisti, accortisi di essere pedinati e fotografati, hanno con un lungo giro, portato l’inseguitore nei pressi della Questura di Siracusa, dove è stato bloccato ed identificato dagli agenti della Digos, preavvisati telefonicamente dal segretario Gugliotta. Successivamente il Segretario Stefano Gugliotta ha presentato esposto denuncia nei locali della Digos di Siracusa. A seguire la dichiarazione di Salvo Leonardi segretario reg. FILCAM CGIL e di Enzo Vaccaro segretario CGIL Siracusa: “ Chiediamo e siamo fiduciosi in tal senso, che la magistratura faccia piena luce su questo episodio inquietante ed identificherà oltre agli autori, i mandanti di un grave gesto chiaramente intimidatorio nei confronti del Segretario Filcams Stefano Gugliotta a cui esprimiamo, a nome  dell’intera CGIL e della FILCAMS, vicinanza e solidarietà. Un ringraziamento va alla DIGOS di Siracusa, che ancora una volta ha dimostrato professionalità e presenza nel territorio a difesa della libertà sindacale costituzionalmente garantita”.

 

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *