breaking news

Siracusa| La buona politica che pensa ai gap con l’Europa

Siracusa| La buona politica che pensa ai gap con l’Europa
Politica
'
0

Bandi per europregettazione riservati a studenti da 110 e lode. Pogliese, Bandiera e Penna: “La prima operazione pubblica trasparente che permetterà ai giovani meritevoli di fare una esperienza istituzionale propedeutica al mondo del lavoro”.

 E poi c’è anche quella buona politica che pensa ai giovani, alla meritocrazia, ai gap che allungano le distanze tra Sicilia/Italia/Europa. Al di sopra di tutto la competenza e il riconoscimento del merito a chi merita. Oggi un segnale importante è stato lanciato da Evoluzione Civica dal Grand Hotel in presenza del deputato Salvo Pogliese. “In Europa …con merito”. Non è una novità, quella lanciata stamattina dal siracusano Edy Bandiera, ma quanto meno l’idea ha finalmente preso piede anche a Siracusa. “Un concreto segnale da parte della buona politica che è si un percorso innovativo copiato – ammette Pogliese – ma che è stato già concordato con il deputato Maullo che a febbraio lancerà la stessa esperienza, talvolta, propedeutica alla partecipazione ai bandi pubblici nelle istituzioni dove è richiesta l’esperienza professionale di stagista”. Tantissime le dimostrazioni di interesse da parte del mondo universitario siciliano. Il due febbraio la selezione scritta con un test a risposta simultanea tra Catania, Palermo e Cagliari, il testo orale l’8 febbraio anche via Skype. “Per la prima volta una operazione pubblica trasparente rivolta ai giovani che hanno riportato voti eccellenti durante il loro percorso di studi”. – ha detto ancora Pogliese. La Sicilia non si è particolarmente distinta per i fondi europei, non siamo stati bravi a capitalizzare le risorse senza la mediazione del governo regionale. Per questo, il prossimo anno, lanceremo il bando sull’europrogettazione, una profonda lacuna nel nostro territorio riguardo alle competenze”. Una iniziativa che già brinda al successo. Così annuncia il siracusano Edy Bandiera di Evoluzione Civica: “Siamo tempestati da richieste di informazioni – dice l’esponente di FI –  tanti giovani qualificati siciliani, che hanno raggiunto traguardi universitari importanti, che hanno una buona conoscenza d’inglese ed informatica, rischiavano di rimanere tagliati fuori dal contesto purtroppo a causa di un territorio che è periferia. Per fortuna, Pogliese, forte della sua conoscenza del mondo universitario e del dramma della disoccupazione in Sicilia, riuscirà a consentire ai giovani meritevoli di restare dentro le istituzioni e di vedere il coronamento dei propri sacrifici per metterli a servizio del territorio europeo”. Per Gaetano Penna l’aspetto positivo è duplice: “Le ricadute sono in realtà diverse – dice – opportunità ai giovani, meritocrazia e la dimostrazione che non c’è solo la mala politica ma quella buona che produce e sforna questi progetti”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com