breaking news

Siracusa| La sfida di Bandiera vale 25 preghiere a Lucia

12 Dicembre 2017 | by Redazione Webmarte
Siracusa| La sfida di Bandiera vale 25 preghiere a Lucia
Politica
'
0

Domani pomeriggio al fianco del presidente della Regione, Nello Musumeci, in processione ci sarà anche l’assessore Pesca e Agricoltura siciliana, il siracusano Edy Bandiera che da 25 anni non se ne perde una. Agricoltura, più controlli. Forestali: “Non sono tutte canaglia”. E oggi al rilancio del vecchio mercato ittico.

Per iniziare la sfida che lo attende a Palermo in effetti ci vuole più di una preghiera a Santa Lucia. Non sarà facile scompaginare le carte, ribaltare il sistema nell’ambito dell’export ma soprattutto import dei prodotti agricoli provenienti dal bacino del Mediterraneo.

Cosa fa scattare questa iniqua competizione su arance e limoni con gli altri paesi del sud Europa? Secondo Bandiera la colpa sarebbe del “basso prezzo”. E poi di un debole controllo della qualità dei prodotti in entrata in Sicilia.

Dunque, controlli più severi e concreti. Solo così la Sicilia vincerà la sfida perchè in quanto a qualità di arance e limoni la fa da padrona. Successo sicuro per Edy Bandiera. E allora? Basta applicare le regole. E ci vuole coraggio.

Lo stesso che mette quando afferma: “i forestali non sono canaglie come si dice in giro. Ma lavoratori a tempo pieno. C’è a chi vengono richiesti soli 50 giorni. Ma non dipende mica da loro!”. Bandiera fa subito quattro conti: 35 mila erano i forestali nel 2005. La maggior  parte sono addetti all’antincendio che è di competenza dell’assessorato Territorio e Ambiente.

Attualmente i forestali sono 22 mila, grazie ai  pensionamenti, e 17 mila sono sotto l’egida di Agricoltura. Con questo scatto ci sarebbe stato un risparmio di 7 milioni di euro. Ottenuto questo, adesso occorrerà conferire stabilizzazione piena ai forestali o dotarli di una disoccupazione dignitosa appena conclusi i mesi spettanti di lavoro.

In una parola, nobilitare la figura, il ruolo del forestale. “Ho visto i loro manufatti in giro per i boschi della Sicilia, realizzati con amore. Non si può infangare per colpa di dieci delinquenti una intera categoria” – dice Bandiera che annuncia un piano di intervento ad hoc per far sì che, i forestali, siano impiegati in un progetto pilota riguardante la manutenzione dei siti archeologici. Almeno uno per provincia. Ai visitatori si farà pagare un biglietto congruo a supporto della laboriosità dei forestali impiegati. Un’altra sfida di operosità per questo territorio”.

Oggi pomeriggio l’assessore regionale alla Pesca, Edy Bandiera, sarà presente al rilancio del vecchio mercato ittico che riapre battenti dopo 15 anni. Un deposito per ferraglie, questo era diventato il luogo che un tempo attirava economia e visitatori curiosi. Oggi si preannuncia un restilyng del sito schiacciando l’occhio all’innovazione e alla tecnologia. (r.t.)

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com