breaking news

Siracusa| Le Reliquie di S. Lucia dai malati tra lacrime e sorrisi di bimbi

16 Dicembre 2018 | by Redazione Webmarte
Siracusa| Le Reliquie di S. Lucia dai malati tra lacrime e sorrisi di bimbi
Attualità
0

Le Reliquie di Santa Lucia in tour all’interno dell’ospedale Umberto Primo di Siracusa. Momenti toccanti nei reparti tra i malati che hanno “parlato” in silenzio alla Patrona, tra le lacrime. Sorrisi, invece, in Pediatria dove i bambini hanno accolto le reliquie con curiosità ed un bacio.

Le sacre spoglie della Patrona siracusana sono state in visita ai malati e alle famiglie che assistono i degenti, ai medici ed agli infermieri in servizio nei vari reparti con l’intento di donare e trasmettere serenità e coraggio nell’affrontare la malattia. A portare nei reparti le reliquie di Lucia le Portatrici con coccardine e foulard verdi accompagnate da Fra Gariele, parroco della Cappella dell’Ospedale dove si è svolta la preghiera e la messa eucaristica con i malati e le loro famiglie.

Momenti toccanti al passaggio delle Reliquie di Santa Lucia, lacrime di commozione, preghiere di intercessioni, invocazioni, baci e silenzi. E sorrisi, tanti sorrisi, nonostante la malattia, soprattutto nel reparto Pediatria dove, a ricevere le Reliquie è stato lo staff medico del direttore del reparto pediatrico Antonio Rotondo (foto). Tanti sorrisi quelli donati dai bambini alle Portatrici commosse nel compiere un servizio importante in mezzo a tanta sofferenza. Eppure, i bambini sorridevano. Grazie anche ai volontari della Clown Terapy e alle attenzioni dell’equipe medica. E i bambini hanno baciato l’urna trasparente contenente i frammenti ossei del braccio sinistro che i siracusani comunemente chiamano “dito di S. Lucia”.

L’omero  della Santa è stato donato dal Cardinale di Venezia Marco Cè all’allora  Arcivescovo di Siracusa Mons. Lauricella il 13 dicembre del 1988. Esso si  custodisce in una preziosa teca argentea di forma rettangolare. Il Reliquiario  ad ostensorio, per i frammenti di cannella è stato eseguito invece nel 1931,  per volontà dell’Arcivescovo Giacomo Carabelli. Nella teca dalla forma ovale  sono collocati i frammenti ossei. Di grande importanza sono anche le Reliquie custodite presso il Centro Espositivo Luciano della Cattedrale di Siracusa, la Tunica, il Velo e le Scarpette della Santa che anticamente si custodivano in  una cassetta d’argento eseguita nel 1651.

Oggi le Sacre vesti sono esposte in singole teche appositamente realizzate  affinché si mantengano nel tempo. La tunica, inserita in una grande custodia di vetro, è di color porpora ed ha forma di campana, stretta alle spalle ed ai  polsi; la seta purissima della veste appare arabescata con foglie e fiori dello stesso colore. Il velo della Santa, custodito in un’altra tace di vetro, presenta forma quadrangolare, in seta finissima e listato ai bordi da strisce color zafferano. Le scarpette invece rimangono custodite in quella che una volta era la cassetta che conteneva tutte insieme le Reliquie di S. Lucia, la medesima proveniente dal Monastero della Concezione di Siracusa; i piccoli calzari  hanno suole di pelle sottilissima con stringhe di cuoio e foderate con raso  rosso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com