breaking news

Siracusa | L’ombra del depuratore minaccia la chiusura del petrolchimico

30 Novembre 2022 | by Redazione Webmarte
Siracusa | L’ombra del depuratore minaccia la chiusura del petrolchimico
Politica
'
0

L’ex deputata regionale Daniela Ternullo: “Governo regionale intervenga per il bene dei siciliani”.

“Non bastavano le criticità di un conflitto per minacciare la chiusura di Lukoil, il più grande petrolchimico d’Europa che garantisce lavoro a migliaia di famiglie del territorio.  A seguito del servizio di Report, emergono inquietanti punti di domanda circa i reflui della raffineria gestiti dal depuratore regionale in carico all’Industria Acqua Siracusana (IAS). Una patata bollente che di anno in anno rimbalza da un governo all’altro, senza che si faccia chiarezza in modo chiaro e definitivo. Credo però che adesso non si possa più rinviare. I cittadini meritano delle risposte”. Lo afferma l’ex deputata regionale ed esponente di Forza Italia Daniela Ternullo.

Ben venga pertanto la commissione d’inchiesta all’Ars proposta da Forza Italia. Ritengo però che per rispetto ai siciliani – essendosi prefigurato il reato di danno ambientale – il Governo attuale debba prendere subito la parola per fare luce su un impianto in cui la Regione è azionista di maggioranza. Chi ha sbagliato – conclude Ternullo – è giusto che paghi, sia per avere immesso per anni nell’ambiente agenti tossici che per le conseguenze economiche che la chiusura del Petrolchimico avrà sull’indotto locale”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20
Visualizzazioni: 400

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *