breaking news

Siracusa | Lukoil, Femca Cisl: “Coinvolgere le parti sociali sulla vendita”

10 Gennaio 2023 | by Redazione Webmarte
Siracusa | Lukoil, Femca Cisl: “Coinvolgere le parti sociali sulla vendita”
Sindacale
'
0

Industria, Femca Cisl su cessione stabilimento Isab di Priolo, “Vanno mantenuti i livelli occupazionali e garantite adeguate condizioni di salute e sicurezza. Si coinvolgano le parti sociali nel perfezionamento della vendita”, lo evidenzia la sigla sindacale Femca Cisl.

“Apprendiamo della cessione dello stabilimento Isab di Priolo dalla Lukoil alla Goi Energy. Il perfezionamento della vendita avverrà, di fatto, entro la fine di marzo 2023, data in cui si sarà compiuto l’iter tecnico e burocratico che ha per oggetto, tra l’altro, l’ottenimento di tutte le autorizzazioni che dovranno essere rilasciate dagli Enti competenti e dal Governo italiano”.

“Auspichiamo che si coinvolgano le parti sociali in questo processo e che sia fatta chiarezza sul futuro dell’azienda e dunque dei lavoratori”. A dichiararlo sono Stefano Trimboli e Alessandro Tripoli, rispettivamente segretario generale Femca Cisl Sicilia e segretario generale Femca Cisl Ragusa Siracusa.

“Nonostante le rassicurazioni che il nuovo proprietario ha dato e che riguardano essenzialmente quelle di mantenere inalterati i livelli di occupazione e garantire adeguate condizioni di salute e sicurezza – aggiungono Trimboli e Tripoli –  resta per la parte sindacale, il timore di non essere partecipi di questo percorso”.

“Abbiamo appreso della vendita a cose fatte, dato che le operazioni sono state concluse in maniera secretata”. La Femca Cisl annuncia che vigilerà sul pieno mantenimento dei livelli occupazionali e sulle garanzie in materia di salute e sicurezza.

“Siamo convinti che ci siano tutte le condizioni per un rilancio reale dello stabilimento Isab di Priolo – aggiungono Trimboli e Tripoli – che può contare su manodopera altamente specializzata e professionisti dotati di un know how ragguardevole.

Ci aspettiamo che la Goi Energy ci convochi per confrontarci sull’effettivo scenario dei lavoratori e dell’azienda”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20
Visualizzazioni: 547

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *