breaking news

Siracusa| “Massacro mediatico, città offesa”

29 Ottobre 2016 | by Redazione Webmarte
Siracusa| “Massacro mediatico, città offesa”
Politica
0

Amara riflessione del consigliere Milazzo sul brutto momento politico siracusano tutto PD. “Città offesa, la riparazione non passa però attraverso nessun processo penale o civile bensì tramite un processo politico che sfiduci sindaco e giunta incapaci”.

output_NOERVY

La riflessione che riceviamo da parte del consigliere comunale Salvo Milazzo siamo certi  rappresenti il pensiero di parecchi siracusani stanchi e ormai anche indifferenti a questo monologo politico tutto PD scandito dai rimpalli di accuse e querele tra sindaco, consigliera, deputato e consiglieri vari. La città non vede da tempo altri tipi di lettura della vita amministrativa comunale. E se qualche sussulto in positivo c’è stato, e sicuramente ci sarà stato, è finito nella penombra di ciò che lo stesso Milazzo definisce “massacro mediatico”. Noi abbiamo avuto più volte riferito su queste pagine che la misura è colma, che certi panni vanno sicuramente lavati in famiglia (per dirla come la Princiotta)  ma che il tutto è bene che si esaurisse da oggi in poi nelle sedi opportune, nella segreteria del PD o meglio ancora in Procura. Si parla di massacro mediatico non a caso, perchè si ha il timore, come la sensazione, che la stampa sia compiacente a questo gioco di scambi di querele e diffamazioni tra l’una e l’altra parte (Princiotta-Garozxo con tutti gli annessi e connessi). Non è cosi. I giornalisti raccontano i fatti per riferirli alla gente che deve e vuole sapere. E’ il lettore che decide quando una storia deve finire. E penso che il lettore abbia già scelto. Game Over. E’ con questo spirito che accogliamo la nota del consigliere comunale Salvo Milazzo per verificare se è effettivamente se il gioco deve finire oppure no. “Sono stanco di assistere al massacro mediatico di Siracusa: nota ormai alle cronache, regionali e ahimè nazionali, quale terrai di scandali e di presunto malaffare. Sono stanco di assistere ad una guerra tra i componenti della dirigenza locale del Partito Democratico fatta solo di querele e di denunce reciproche. Una guerra in cui l’esponente politico più bravo e lungimirante non è quello che intravede e lavora per primo ai bisogni della città; bensì quello che per primo la mattina si presenta al Commissariato di Pubblica Sicurezza per denunciare l’avversario Questa guerra di potere all’interno del Partito Democratico provinciale di Siracusa è combattuta esclusivamente a suon di carta bollata, di Tribunali, di  Commissioni Regionale e Nazionale Antimafia. Il risultato è che ne esce assolutamente mortificata la politica perché  il confronto non è affatto sui problemi e sulle prospettive di Siracusa, bensì solo sulle asserite, dall’una e dall’altra parte dei contendenti, malefatte altrui. Il risultato è che l’azione dell’amministrazione comunale di Siracusa, espressa dalla dirigenza del locale PD, è completamente ferma e improduttiva; mentre la città è sempre più attanagliata dalla crisi economica in tutti i suoi settori produttivi, dalla piaga della disoccupazione, dall’inefficienza dei servizi sociali, dall’assedio dei rifiuti, dall’emergenza ambientale, dalla condizione pietosa della rete viaria,  dai problemi di sicurezza e di ordine pubblico. A prescindere dalla mia posizione politica da sempre all’opposizione della giunta comunale, ritengo che la stasi amministrativa sia sotto gli occhi di tutti, così come è sotto gli occhi di tutti che Siracusa sta diventando una città dalla quale i nostri giovani scappano perché incapace di offrire loro un futuro. Ecco allora che per usare anch’io un termine tribunalizio l’unica vera “persona offesa” da questa guerra di potere all’interno del PD Provinciale è Siracusa. La riparazione dell’offesa non passa però attraverso nessun processo penale o civile bensì tramite un processo politico che sfiduci sindaco e giunta incapaci di una seria azione amministrativa e ridia la parola al corpo elettorale. Io da tempo ho firmato questa sfiducia”.

banner-definitivo-ridotto

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com