breaking news

Siracusa| MFE su Sea Watch. “Migranti vittime di ripicca politica”

28 Gennaio 2019 | by Redazione Webmarte
Siracusa| MFE su Sea Watch. “Migranti vittime di ripicca politica”
Politica
0

La sezione di Siracusa del Movimento Federalista Europeo esprime la massima solidarietà e vicinanza ai 47 migranti a bordo della nave “SeaWatch 3”, l’imbarcazione tedesca battente bandiera olandese bloccata a largo delle coste siracusane ormai da diversi giorni.

Sulla vicenda, divenuta di interesse nazionale, sono intervenuti molti cittadini ed associazioni, che hanno espresso la propria accoglienza a favore dei rifugiati tramite dei presidi organizzati sulla rada di Santa Panagia, a poche centinaia di metri dalla nave. Gli iscritti del MFE Siracusa ci tengono ad assumere una posizione chiara in merito, condannando in maniera ferma e decisa la direzione presa dal Governo nazionale, nella persona del Ministro degli Interni, Matteo Salvini. Nonostante la situazione di emergenza che vi è a bordo, confermata da un’equipe medica dopo una prima ispezione sopralluogo, il Ministro continua a mantenere il veto sullo sbarco, in violazione di qualsiasi principio di diritto nazionale e comunitario.

Forte è stata la risposta di Siracusa e della sua comunità, che ha deciso di non sottostare ai diktat del Ministro leghista, mostrandosi città storicamente solidale e accogliente. Ne sono prova la grande mobilitazione sui social ed i tanti slogan di sostegno apparsi per le vie cittadine. Il segretario della sezione del MFE Siracusa, Pasquale Saetta, dichiara quanto segue: Il caso Sea Watch è conseguenza dell’ennesimo atto di forza del Governo giallo-verde nei confronti dell’Unione Europea.

Matteo Salvini dimostra, ancora una volta, di voler governare al di sopra della legge e della Comunità Europea, strumentalizzando sulla vita di 47 persone, vittime di una ripicca politica priva di reale motivazione. Ne è dimostrazione il recente caso sulla nave Diciotti, rimasta bloccata per giorni al porto di Catania, per il quale il nostro Ministro è stato accusato di sequestro di persona. L’auspicio di tutti noi è che i migranti a bordo della SeaWatch 3 possano toccare suolo italiano il prima possibile e ricevere le cure di cui hanno bisogno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com