breaking news

Siracusa| Nuovo ospedale, Lorenzin: “Datemi l’area e vi darò le risorse”

27 Ottobre 2017 | by Redazione Webmarte
Siracusa| Nuovo ospedale, Lorenzin: “Datemi l’area e vi darò le risorse”
Politica
0

E’ stata molto chiara la ministra alla Salute: “Aspetto solo la segnalazione dell’area ove costruire il nuovo ospedale”. Vinciullo: “In undici mesi ho costrutito più di una scuola in città. E in pieni tempi europei”.

PUBBLICITÀ ELETTORALE

Il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, a Siracusa a sostegno della candidatura all’Ars di Enzo Vinciullo (Alternativa Popolare) non nelle sue vesti istituzionali ma come leader di una forza politica. Difatti, la Lorenzin, non ha visitato nessuna struttura sanitaria della provincia. Solo comitati elettorali per dire la sua in questo rush finale che porta dritti al voto del 5 novembre (si vota solo domenica dalle 8 alle 22).

Inevitabile però parlare di nuovo ospedale a Siracusa, tra l’altro, al fianco di Vinciullo, uno tra i deputati che ha pressato di più nella vicenda. E Siracusa ci rimedia una brutta figura. Perchè la disponibilità del Ministro, pare, ci sia tutta. Ma è il Comune che giunge in ritardo o che si mostra inadempiente, visto che scegliere ed indicare l’area tocca proprio a lui. Al sindaco, alla giunta, cosi come all’intero consiglio comunale.

PUBBLICITÀ ELETTORALE

Ma i soldi per l’ospedale nuovo ci sono? Questa la domanda più incessante che preme fare durante l’incontro con la Ministra. Che afferma: “Indicatemi l’area e vi mando le risorse necessarie”. Più chiaro di così. A quel punto Enzo Vinciullo non può fare a meno di aggiungere: “Possibile mai che il Comune non riesca a definire la questione dell’area dove costruire il nuovo ospedale? E dire che io, in undici mesi ho costrutito piu di una scuola in città. E in pieni tempi europei: via Monte Tosa, via Asbsesta, in  via Carlo Forlanini. Tutti esempi che rimarcano il mio impegno assunto pubblicamente. E allo stesso modo ne assumo un altro per l’ospedale: rifinanziare il progetto. Semmai dovessi essere eletto”.

“Datemi l’area e io vi darò le risorse”.  Una frase lapidaria, quella della Lorenzin, che per la classe politica siracusana suona come uno smacco. Una cosa è chiara. Per l’acquisto dell’area ci pensa il Ministero. Un problema in meno. Ma il Comune, quanto meno, provveda ad individuarla una volta per tutte. E invece. Una guerra tra partiti che si spinge sin dagli anni Novanta. Il Comune dovrebbe mettere alla prova il ministro della Salute. Non dare alibi a nessuno. Riaffermare il principio del diritto alla salute che alla città di Siracusa spetta cosi come a tutti gli altri comuni della provincia ove insistono presidi o no.

Ma se è vero che il Consiglio comunale la sua scelta già l’ha fatta (l’area all’interno del vecchio Manicomio alla Pizzuta), di chi è la responsabilità dell’empasse? Dove sono le carte? Perchè non vengono sollecitati gli uffici adeguatamente? E perchè questo scaricabarile con l’ASP a cui competeno solo arredi, macchinari e personale?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com