breaking news

Siracusa| Omicidio Don Pippo, preso il secondo

Siracusa| Omicidio Don Pippo, preso il secondo
Cronaca
0

Lo hanno arrestato all’aeroporto di Fiumicino di ritorno dagli Stati Uniti dove era stato ospite da parenti. Il complice di Tranchina sarebbe il suo coetaneo Marco Gennaro. Scarsa la collaborazione della gente di Grottasanta per risolvere l’omicidio dell’anziano-torcia Giuseppe Scarso.

output_l2vs8d

TRANCHINA Andrea - GENNARO Marco

TRANCHINA Andrea – GENNARO Marco

E due. Grazie anche alla collaborazione della FBI ed Interpool in una operazione internazionale e sotto il massimo riserbo è stato p reso il secondo presunto complice dell’omicidio di Giuseppe Scarso, l’anziano dato alle fiamme da alcuni balordi. Gli inquirenti erano sulle sue tracce già da tempo ma soltanto ieri sera hanno avuto la certezza di poter identificare Marco Gennaro, il presunto complice di Andrea Tranchina, i giovani che avrebbero dato a fuoco a don Pippo nella sua casa di Grottasanta.

Il 19enne è stato arrestato questa mattina dalla Squadra Mobile all’aeroporto di Fiumicino a Roma al rientro da New York. Pare che Gennaro sia stato ospite presso parenti residenti da tempo in America. L’anziano Giuseppe Scarso venne almeno due volte preso di mira dai “bulli” del quartiere. La seconda è stata fatale.

Il pensionato venne cosparso di benzina e dato alle fiamme. I giovani sono stati identificati quasi subito dopo attraverso le immagini delle telecamere di videosorveglianza. Il primo ad essere identificato e arrestato fu Andrea Tranchina. Gli inquirenti hanno voluto sottolineare la scarsa collaborazione della gente, in particolare dei residenti di Grottasanta nel risolvere l’intricato delitto. Don Pippo morì dopo due mesi di agonia all’ospedale Cannizzaro di Catania.

650x250

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com