breaking news

Siracusa| Orgoglio siracusano e commozione per Spampinato che lascia la sua città

5 Settembre 2018 | by Redazione Webmarte
Siracusa| Orgoglio siracusano e commozione per Spampinato che lascia la sua città
Cronaca
'
0

Ceromonia densa di emozioni stamattina per il cambio del comando della Guardia di Finanza. Il siracusano Spampinato lascia per Luca De Simone che si dice oroglioso di esordire proprio a Siracusa in questo incarico cosi prestigioso.

Si è tenuta presso la caserma “Ten. Alfredo Lombardi M.A.V.M.”, alla presenza del Comandante Regionale Sicilia, Gen.D. Ignazio Gibilaro, e delle massime Autorità civili e militari della provincia aretusea, la cerimonia di avvicendamento tra il Colonnello t.ISSMI Antonino Spampinato ed il Colonnello t.ST Luca De Simone.

Il Comandante Regionale, dopo aver rivolto un saluto di ringraziamento a tutte le Autorità presenti, ha inteso rivolgere al Col. Antonino Spampinato un saluto di gratitudine per la capacità dimostrata, durante questi cinque anni, di fare squadra e di collaborare con tutte le istituzioni, nell’interesse del bene comune, in un contesto bellissimo e complesso allo stesso tempo.

In Siracusa il rapporto con l’Autorità Giudiziaria ha vissuto momenti di effettiva sinergia e collaborazione e particolarmente intense e proficue si sono dimostrate le relazioni con le altre Forze di Polizia e le altre Forze Armate, vere e proprie “sorelle” istituzionali.

In questo contesto prezioso è stato il ruolo assunto dal Col. Spampinato, che si è rivelato un Comandante in senso pieno e totale, assumendo i tratti del vero pater familias. Con questo spirito ha guidato questa famiglia delle Fiamme di Gialle, alternando momenti di fermezza a momenti di affettuosità e gestendo gli uomini con equilibrio, saggezza e sagacia”.

Al Col. Luca De Simone il Generale ha rivolto un saluto di benvenuto e l’augurio di proseguire sulla strada tracciata dal Col. Spampinato, con l’onere di continuare a servire bene questa splendida realtà.

Emozionato e commosso al tempo stesso il comandante uscente Spampinato: “Nella mia vita da Finanziere non avrei mai potuto immaginare che un giorno sarei potuto essere il Comandante nella Provincia in cui sono nato ma ciò è accaduto. Oggi posso confermare che tutti abbiamo lavorato per raggiungere gli obiettivi attesi dalla Guardia di Finanza. Ci siamo posti sempre più come riferimento per i cittadini e preziosa risorsa per le istituzioni siracusane.

L’azione dei Finanzieri si è caratterizzata per professionalità, onestà, lealtà, condivisione e collaborazione. La convinzione di agire con rigore ha consentito di migliorare la qualità e lo spessore dell’attività operativa colpendo la fascia più pericolosa dal punto di vista sociale in un contesto complesso dalle evidenti insidie.

Abbiamo fatto quello dovevamo per il rispetto della comunità, della Siracusa onesta nei confronti della quale non siamo stati indifferenti diventando sempre più concreti. Ritengo pertanto doveroso ringraziare tutti coloro che mi sono stati vicini e mi hanno sostenuto.  In questo percorso Lei Signor Generale è stato una fonte di incoraggiamento fondamentale, ha saputo esaltare le caratteristiche positive ed aiutarmi a migliorare quelle che andavano potenziate.

Mi rivolgo ai vertici delle Istituzioni con le quali si sono sviluppate sinergie sempre più strategiche in uno scenario eterogeneo. Ringrazio il Prefetto Giuseppe Castaldo, Lei è stato concreto nell’azione richiesta alla Guardia di Finanza ed alle Forze di Polizia, ci ha guidati e ci ha resi visibili nelle varie comunità della provincia coinvolgendoci nel confronto con le diverse realtà così affermando certezza alla sicurezza sociale.

Ha valorizzato le Fiamme Gialle in maniera sostanziale, ricordo due particolari momenti: l’attenzione che ha posto nell’applicazione della riforma che riconosce al comparto aeronavale una competenza generale nella sicurezza a mare ed ancor più le attività fiscali compiute per contrastare gli illeciti nella gestione degli immigrati, le prime nel settore a livello nazionale che hanno consentito di creare il modello Siracusa strutturato sulla collaborazione sinergica ed assoluta con la Procura della Repubblica e L’Agenzia delle Entrate.

Un sentito grazie al Signor Procuratore Dott. Francesco Paolo Giordano. Le sono profondamente riconoscente, il coordinamento delle attività da Lei esercitato ha consentito a noi Finanzieri di sottoporre ad indagine settori ad elevato rischio di illegalità. I successi raggiunti evidenti e concreti confermano il convincimento che bisogna agire in maniera sistematica.

E penso all’appello di Sua Eccellenza Reverendissima Mons. Salvatore Pappalardo nel giorno dei festeggiamenti di Santa Lucia in cui con vigore diceva Siracusa sii degna del coraggio di Lucia, scuotiti dal tuo torpore!Con ciò richiedendo a tutti ad assumere precise responsabilità, civili e morali, che contribuissero a realizzare situazioni di legalità, di benessere diffuso, di giustizia: Sento di poter affermare che noi Finanzieri siamo stati interpreti sempre attenti. La ringrazio Eccellenza per l’affetto mostrato in tante occasioni specie in quelle difficili. Mi sono rivolto a Lei per essere ascoltato, avere buoni consigli e per invocare preghiere per tutti noi Fiamme Gialle siracusane: ne ho, ne abbiamo sentito il beneficio.

Il percorso religioso è stata una volontà consolidata, convinta, voglio ricordare la storica presenza delle reliquie di Santa Lucia avvenuta il 1° dicembre del 2014 nel decennale della presenza delle spoglie a Siracusa. Una mattinata caratterizzata da un forte temporale che sembrava rendere impossibile l’evento e da un raggio di sole che si apriva su questa caserma proprio nel momento in cui le reliquie facevano ingresso, un segno della nostra Santa Lucia che così come chiesi in quella occasione ci ha fatto aprire gli occhi ad uno sguardo sempre più attento alla giustizia, alla legalità al servizio del cittadino.

Qui con la collaborazione del Presidente della Deputazione della Cappella di Santa Lucia Avvocato Giuseppe Piccione che ringrazio è stata riposta una lapide a ricordo ed in quell’area si svolge l’annuale beneficenza a favore di enti che assistono i bisognosi: la 5^ edizione 2017 rappresenta la continuità dell’azione e la vocazione per il sociale della Guardia di Finanza quale valore sempeterno ed oggi ci sono qui con noi i ragazzi delle Suore del Cenacolo di Solarino.

Intensi sono stati i rapporti istituzionali con il Questore Gabriella Ioppolo, il Comandante  Provinciale dei Carabinieri Col. Luigi Grasso con una dialettica convergente rispettosa dei ruoli, assieme abbiamo fatto squadra sempre attenti alle istanze di legalità richieste dal Prefetto, nostro solido riferimento per la soluzione di  tematiche complesse.

Ottimi sono stati anche i rapporti con le Agenzie Fiscali, Dott.ssa Calandra delle Dogane e Dott. Buscema delle Entrate e con i loro collaboratori. E sottolineo le attività con la Marina Militare, l’Aeronautica Militare, la Capitaneria di Porto, la Protezione Civile e tutte le altre Istituzioni: Grazie.

Voglio ricordare inoltre le attività con la Sovrintendenza di Siracusa, mi riferisco alla mostra itinerante “la Luce dell’Onestà” ideata dalla Dott.ssa Panvini che con la volontà di alcuni Comuni della provincia è arrivata alla sua 8^ esposizione ed è diventata un veicolo del messaggio di legalità nel dialogo con i giovani e le comunità.  Ringrazio l’ing. Muscarà del Provveditorato alle Opere Pubbliche per  l’aspetto logistico. In questi anni sono stati realizzati lavori importanti sugli immobili che appaiono oggi funzionali ed accoglienti, migliorando di fatto tutte le strutture. Di recente è stato compiuto l’ingresso in questa caserma del personale del comparto navale tanto da Lei voluto Signor Generale a segno di una compattezza che ci caratterizza.

Sottolineo il dialogo avuto con gli organi d’informazione per l’attenzione posta alle operazioni, ai risultati conseguiti ed alle attività sociali. A Voi è affidato il difficile compito di dare visibilità alle nostre azioni istituzionali e contribuire a far conoscere all’attenta opinione pubblica l’impegno quotidiano dei finanzieri di Siracusa a tutela della legalità economico finanziaria: grazie.

Mi avvio alla conclusione. Ora mi rivolgo a voi Fiamme Gialle siracusane, a Voi indirizzo il mio saluto per come mi siete stati vicini nel percorso indicato. Con Voi si è realizzata una magnifica sintonia.  Sento di poter dire che in questi 5 anni sono cresciuto professionalmente e caratterialmente. Avete operato con lealtà, pregevole abnegazione, con grande dignità e nobiltà d’animo.

Nei momenti difficili siete stati coesi e orgogliosi cosi come è giusto che sia in un Corpo complesso: è con la perseveranza che si cresce e ci si migliora nei valori umani. Abbiamo cercato di non trascurare nulla, abbiamo ridotto al minimo le difficolta per gestire e conciliare aspettative, esigenze personali, professionali e familiari. Da Comandante vi ho ascoltato e di sicuro ho dato tutto me stesso: da Voi ho avuto tantissimo. Ho agito con la gioia di essere finanziere e la passione di essere il vostro Comandante.

Consentitemi un grazie al personale di staff, mi riferisco in particolare ai Capi Sezione, la vostra esperienza da me assorbita ed ascoltata, abbinata al metodo di lavoro ha consentito di migliorarci e lanciare un modello solidale a favore di tutti.  Al   Col. Luca De Simone, con il quale ci reincontriamo dopo un periodo comune trascorso al Comando Generale ed al quale cedo il Comando formulo auspici sereni per gestire in maniera vincente il suo percorso. Come tutti i cambiamenti, costituirà per Voi l’opportunità per cogliere ulteriori successi.

Sono sicuro che non gli farete mancare quella collaborazione e quella vicinanza che avete fino ad oggi offerto a me. Caro Luca sarai Comandante di Finanzieri che hanno fornito un impegno assoluto e senza riserve che hanno consentito di raggiungere ottimi risultati. Ringrazio ancora la Gerarchia per la fiducia che mi ha accordato nell’aver individuato per me quale incarico quello di  Comandante del Reparto Tecnico Logistico Amministrativo della Calabria a Catanzaro che andrò a ricoprire da domani. Un pensiero doveroso lo dedico in questa occasione a tutte le nostre famiglie e quindi anche a mia moglie ed a mia figlia. Viva la Guardia di Finanza, viva l’Italia, Viva Siracusa, Viva Santa Lucia!”.

“Sono profondamente onorato di essere stato designato quale Comandante provinciale di Siracusa ha dichiarato a sua volta, il neo comandante De Simone –  È sicuramente aspirazione di ogni ufficiale, e lo è sempre stata per me, giungere a ricoprire un così importante ruolo e sono particolarmente contento che la mia prima città, in questa veste, sia proprio Siracusa.

Arrivo in Sicilia con una gran voglia di fare e di fare bene. Certo, sono conscio di ricevere la c.d. “eredità difficile” dal mio predecessore, che così tanto ha dato a questo Comando e a questa città. Carissimo Antonino, in questi giorni, nei quali hai avuto la pazienza di guidarmi all’interno delle dinamiche del mio nuovo lavoro, oltre alla Tua sincera generosità e alla Tua spontaneità, ho tanto apprezzato il profondo rispetto e l’amore che nutri per questo Territorio che, ne sono sicuro, non Ti dimenticherà.

Davvero grazie per un così “sentito” passaggio di consegne; farò tesoro delle Tue indicazioni. Grazie altresì a tutti coloro che ho conosciuto in questi giorni e ai graditissimi ospiti che sono intervenuti alla odierna cerimonia; la Vostra calorosa accoglienza mi ha fatto sentire subito a mio agio. A ciascuno e in particolare al Comandante Interregionale e a Lei, sig. Generale, che per primi mi avete dato il benvenuto in questa bellissima terra, offro la mia più ampia disponibilità, sperando di essere all’altezza, con l’aiuto di tutti Voi, del difficile compito che mi è stato affidato. Ancora grazie”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com