breaking news

Siracusa| Parco di Villa Reimann ma non per tutti

10 Gennaio 2017 | by Redazione Webmarte
Siracusa| Parco di Villa Reimann ma non per tutti
Cronaca
'
0

Il Comitato segnala “comportamenti contraddittori  del Comune che, da un lato consentono di interdire l’accesso al Parco per indefiniti pericoli paventati, e dall’altra si consente l’ingresso a visite guidate per utenti paganti per manifestazioni culturali, matrimoni, agli impiegati comunali, ai ricercatori o laureandi ed agli addetti al Consorzio Universitario Archimede”.

Riaprire subito il Parco di Villa Reimann. Troppi ritardi e incomprensioni col Comune, che all’interno della Villa tra l’altro ha ubicati alcuni uffici, e così il comitato Save Villa Reimann sbotta e chiede immediate risposte. “Sembra che la disposizione assunta (chiudere) scaturisse dalla necessità di scongiurare imprecisati pericoli per la pubblica e privata incolumità dei cittadini che ancora oggi, seppur ripetutamente da noi  sollecitato di elencare, restano ignoti – riferisce il coordinatore Marcello Lo Iacono – Nonostante questa perentoria disposizione di chiusura del Parco sia ancora in vigore, il  12 giugno 2015  è stato consegnato il sito del giardino storico di Villa Reimann alla Società Erga vincitrice della gara pubblica per l’attuazione del servizio di gestione, fruizione, valorizzazione e visita. Avevamo avuto, a suo tempo, assicurazioni dall’assessore pro-tempore che tale assegnazione avrebbe permesso la riapertura del Parco con la conseguente fruizione da parte dei cittadini, beneficiari ultimi del lascito. Questo non è mai accaduto sebbene non esistono deroghe  all’obbligo della società Erga di tenere aperto il Parco di Villa Reimann dal 16 marzo al 14 ottobre per tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 18. Abbiamo posto quesiti ben circonstanziati al suo Ufficio per avere chiarezza sui comportamenti contraddittori  che da un lato consentono di interdire l’accesso al Parco per indefiniti pericoli paventati e dall’altra si consente l’ingresso a visite guidate per utenti paganti nonché agli stessi operatori della manutenzione del verde, della manutenzione elettrica, della pulizia, per manifestazioni culturali, per celebrazioni di matrimoni, agli impiegati comunali, ai ricercatori o laureandi ed agli addetti al Consorzio Universitario Archimede che ha la propria sede all’interno di Villa Reimann. Dato che fino ad oggi non è stata mai posta alcuna delimitazione di aree, nè alcuna interdizione di percorsi o segnalazioni di pericoli ed essendo che fino ad oggi non è mai stata resa operativa la voce del Capitolato di gara relativamente all’onere di apertura del sito di Villa Reimann e non essendo fino ad oggi consentita alcuna deroga a tale incombenza vorremmo avere chiarezza su questi atteggiamenti che appaiono  contraddittori – dice Lo Iacono – dando l’impressione che la gestione del bene pubblico sia un fatto personale e non rispondente a logiche democratiche. Riteniamo che sia giunto il momento di fare chiarezza sull’intera questione della chiusura di un bene pubblico donato ai siracusani  ed è per questo che Save Villa Reimann ritiene necessaria, pertinente ed attuale una risposta a tutti i quesiti posti con la trasmissione di svariate lettere, ancora non riscontrate, contravvenendo non solo  le buone norme di educazione istituzionale ma sopratutto non rispettando i termini dei regolamenti comunali” .

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com