breaking news

Siracusa| PD al capolinea, si avvii il confronto politico

Siracusa| PD al capolinea, si avvii il confronto politico
Politica
0

Il segretaio PD Lo Giudice sulla sconfitta del partito. “Alle recenti elezioni politiche la sconfitta di tutto il centrosinistra è stata quanto mai netta. I risultati elettorali vanno innanzitutto rispettati, ma bisogna anche tentare di comprenderli”.

Per Alessio Lo Giudice è indubbia la responsabilità collettiva della classe dirigente per quanto riguarda la debacle del centrosinistra come è altrettanto indubbia una crisi profonda, non solo italiana, della prospettiva politica. L’orizzonte stesso della sinistra, dell’ideale che rappresenta, a prescindere dalle sue diverse declinazioni, non è in sintonia con i bisogni, i desideri e i valori dei cittadini.

“Sono mutati i rapporti di produzione e la possibilità stessa dello Stato sociale su cui la sinistra europea si è sempre fondata – osserva il segretario provinciale – O forse, più semplicemente, non riusciamo più a catturare, con le nostre categorie e i nostri linguaggi, il senso del nostro tempo, il suo significato e la sua direzione.

Per tutte queste ragioni, è necessaria una riflessione che giunga alle radici della questione sociale di oggi, e che metta in discussione l’assetto dei soggetti politici di centrosinistra. Il PD dovrà avviare questa riflessione a tutti i livelli, ripristinando soprattutto il valore degli organismi territoriali troppe volte ignorati”.

“In Sicilia, i mandati del segretario regionale e dei segretari provinciali sono politicamente conclusi, poiché erano stati prorogati dalla segreteria nazionale in vista delle elezioni regionali e nazionali. Di conseguenza si aprirà subito un confronto politico. Occorrerà certamente rinnovare tutti i ruoli ma, soprattutto, bisognerà riflettere seriamente sul nostro modello di Partito, di impegno e di militanza politica”.

“In ogni caso, neanche in occasione di questa campagna elettorale è mancato l’impegno del PD e dei suoi candidati – conclude Lo Giudice – Ringrazio, pertanto, Sofia Amoddio, Alessandra Furnari e Giovanni Giuca per l’impegno e la passione che li hanno guidati. Restano certamente risorse preziose della nostra famiglia politica. Mi congratulo con Fausto Raciti per la sua elezione a deputato nazionale. So già che svolgerà il suo mandato al meglio garantendo il massimo impegno per favorire le istanze sociali e la crescita economica e culturale del nostro territorio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com