breaking news

Siracusa| Periferie abbandonate. “Beffa in campagna elettorale”

Siracusa| Periferie abbandonate. “Beffa in campagna elettorale”
Politica
'
0

Reale capogruppo di Progetto Siracusa: “Le periferie abbandonate, sfruttate in campagna elettorale e poi beffate dai nuovi potenti”.

Ieri all’assemblea cittadino al Vermexio sui “fondi periferie”, l’intervento, tra i tanti, del capogruppo di Progetto Siracusa, Ezechia Paolo Reale. “Il primo regalo alla amministrazione comunale da parte del governo a 5stelle, nonostante la strana alleanza con il sindaco Italia, è stato la cancellazione del bando per le periferie. Più di 13 milioni spazzati via in una notte. Non credo sia questo il mandato che i cittadini di Siracusa avevano dato ai parlamentari 5stelle con un voto plebiscitario che ha mandato in parlamento tutti coloro che si sono presentati in Sicilia sotto la bandiera dei 5stelle”.

Reale stigmatizza il comportamento della forza di governo nazionale: “Forse prima di votare in parlamento avrebbero dovuto consultare la rete, come facevano quando erano opposizione. Dubito che i cittadini che li avevano eletti avrebbero detto loro di togliere 13 milioni alle sofferenti periferie della nostra città. In poche parole, quello che è accaduto contro la città è questo: Siracusa ha partecipato, al tempo del Sindaco Garozzo, al bando per le periferie con un suo progetto valutato come mediocre, tanto da piazzarsi al 53mo posto nella graduatoria nazionale”.

Secondo Reale “il bando quindi viene vinto da 24 città, che oggi stanno riqualificando le loro periferie. Il governo PD durante la lunga campagna elettorale decise comunque di andare oltre il bando e finanziare tutti gli interventi richiesti, compresi quelli non vincenti, e inclusa quindi Siracusa. Molti candidati del PD hanno usato in campagna elettorale l’argomento spacciandolo per un proprio risultato o, i meno bugiardi, per un risultato del proprio partito politico.

“Comunque fosse, i soldi per riqualificare le periferie c’erano e questa era la cosa importante. Poi arriva la valanga a 5stelle e ringrazia la città dove ha raccolto un enorme numero di consensi togliendole i fondi – dice il capogruppo di Progetto Siracusa – Le motivazioni tecniche illustrate ieri dall’on. Ficara, per giustificare la strana scelta della delegazione siracusana a 5 stelle in parlamento, non possono convincere nessuno, come non hanno convinto nessuno dei presenti alla seduta del Consiglio Comunale dedicata a questo argomento.

“Però vogliamo ugualmente credergli, perché le nostre periferie hanno bisogno estremo di quei fondi per la riqualificazione. Il movimento 5stelle ha promesso che i fondi torneranno entro il 20 novembre e potranno subito iniziare i lavori. Per il bene di Siracusa e nonostante tutto Progetto Siracusa è pronto a svolgere qualsiasi azione di supporto che possa essere utile ad ottenere l’immediato ritorno dei fondi scippati ed evitare il tragico scenario così ben rappresentato ieri dal presidente del Cenaco di via Tisia, Franco Veneziano”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com