breaking news

Siracusa| Quintiliano. Sabato corteo della Rete Studenti

12 Gennaio 2018 | by Redazione Webmarte
Siracusa| Quintiliano. Sabato corteo della Rete Studenti
Cronaca
'
0

Nonostante le ampie rassicurazioni date dal commissario del Libero Consorzio, Arnone, sul via ai lavori al Quintiliano, gli studenti decidono di scendere in corteo domattina sino a Piazza Archimede contro l’esiguità dei fondi destinati all’edilizia scolastica.

Gli studenti siracusani scendono sul piede di guerra in seguito ai crolli del soffitto all’interno del liceo polivalente “Quintiliano” di via Tisia e delle difficoltà economiche che stanno affrontando le scuole della provincia di Siracusa. Le criticità interessano soprattutto l’edilizia scolastica, infatti, analoghi disagi si sono registrati anche in altri istituti scolastici della provincia, nel capoluogo, per esempio, oltre al magistrale anche al Nautico.
Pertanto, la Rete degli Studenti Medi, ha deciso di organizzare per domani, sabato 13, una manifestazione a favore dell’incremento di fondi da stanziare per la nostra provincia. Il corteo partirà alle 9 dal campo “Pippo Di Natale” e proseguirà fino a Piazza Archimede dove poi si effettuerà un sit-in di protesta sotto la Prefettura.
Atteggiamento vigile, dunque, degli studenti del Quintiliano nonostante le rassicurazioni date dal commissario del Libero Consorzio Arnone nel corso della riunione alla ex Provincia con una delegazione di docenti, genitori, studenti e parti interessate. “Una cosa è certa, a scuola non ci torniamo – esclama Bianca Cannarella, rappresentante d’Istituto – almeno sino a quando non inizieranno i lavori. L’astensione dalle lezioni perdurerà anche domani e sabato, giorno del corteo, lunedì si deciderà cosa fare”.
“Naturalmente noi studenti non torneranno a fare lezione fin quando non ci daranno delle notizie certe – aggiunge Bianca – nella speranza che le parole del commissario Arnone non siano solo futili promesse ma possibili e reali soluzioni. Quale la sensazione dopo due riunioni alla ex Provincia? Sembra abbiano capito la gravità della situazione – dice ancora Bianca – e siano pronti ad aiutarci. Speriamo solo non sia l’ennesima presa in giro”.
Gravità del caso, certo. Le due ragazze colpite dal crollo di calcinacci di parte del soffitto di un’aula del Quintiliano per fortuna stanno bene. Sono nelle rispettive case ma in comprensibile stato di shock. (r.t.)
Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com