breaking news

Siracusa| Reale pontiere tra liste civiche e partiti di governo

Siracusa| Reale pontiere tra liste civiche e partiti di governo
Politica
'
0

Presentazione stamattina di un’ulteriore adesione al progetto di Ezechia Paolo Reale. Dopo Forza Italia oggi i Popolari Autonomisti e Idea Sicilia stringono la mano al candidato sindaco che fa sintesi tra liste civiche ed i partiti tradizionali di centrodestra. In attesa della visita dei tre assessori di Musumeci che invece sostiene Granata.

“La coerenza anche in campagna elettorale è un valore aggiunto. E riconosciamo in Ezechia Paolo Reale l’uomo giusto a Palazzo Vermexio”. Cosi esordisce Peppe Germano che in provincia di Siracusa rappresenta i Popolari Autonomisti, un movimento che conta ben tre assessori regionali, Lagalla, Ippolito e Cordaro. Reale: “A giorni la condivisione di un programma unico tra liste e partiti”. 

Anomalo, ma succede che ognuno possa andare per la propria strada dietro il proprio credo politico. Tre assessori regionali dunque dalla parte di Ezechia Paolo Reale, mentre il loro presidente, il governatore della Regione di Diventerà Bellissima, Nello Musumeci, senza dubbi dalla parte di Fabio Granata.

E presto, i tre assessori di Musumeci, Lagalla. Cordaro e Ippolito, hanno assicurato la loro presenza a Siracusa per sostenere con impegno e forza il candidato Ezechia Reale, proponendo soluzioni che il territorio chiede. Al tavolo dell’Alfeo stamattina sedeva anche l’ex deputato regionale Giancarlo Confalone, uno dei tanti trade union tra Ezechia Reale ed il centro destra.

Peppe Germano, coordinatore provinciale degli Autonomisti in Sicilia, proviene da Solarino, ma riesce ugualmente a tracciare le criticità del capoluogo: per esempio l’ingresso verso Siracusa. 650 metri di strada sconnessa. “Anche le piccole cose sono importanti, – dice al pubblico dell’Alfeo – A Reale viene richiesto uno sforzo importante, che ogni giorno si possa fare più sintesi possibile invece di far spuntare come funghi tanti candidati”.

E a tal proposito Reale risponde: “Il nostro è una sintesi di un progetto più ampio che prende il via cinque anni fa e che oggi decisamente si allarga con l’intento di coinvolgere altre forze polotiche tradizionali che, a mio avviso, sono molto importanti in una competizione elettorale, purchè credano nel nostro progetto”.

Ringrazio Forza Italia e gli Autonomisti e mi auguro che altri partiti si possano avvicinare dando risalto all’importanza del rapporto coi partiti, alle relazioni organiche tra chi amministra la città e chi sta al governo regionale. Lagalla, Cordaro e Ippolito sono tre assessori fondamentali (più di tre, contando Forza Italia e Edy Bandiera, il siracusano) visto le rubriche che occupano (lavoro, ambiente, formazione) e sono felice che abbiano aderito alla mia candidatura avvicinando tutti verso una ipotesi di sintesi virtuosa, l’unica in grado di dare risposte unitarie al territorio siracusano”.

“Il nostro è un programma rivoluzionario ma completo – conclude il candidato sindaco di Progetto Siracusa – Ogni forza politica ha presentato il suo programma, la prossima settimana inizieranno i lavori per giungere ad una sintesi ultima di  un programma unico”. Al tavolo dei relatori anche Eugenio Maione di Popolari e Autonomisti. (r.t.)

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com