breaking news

Siracusa| Riapre il cantiere del premio letterario Vittorini

16 Dicembre 2019 | by Redazione Webmarte
Siracusa| Riapre  il cantiere del premio letterario Vittorini
Cultura
'
0

Ci sara’ pure un premio nel nome di Arnaldo Lombardi tra i riconoscimenti dedicati all’editoria indipendente.

Con uno sguardo rivolto in maniera particolare sulla realtà del Mezzogiorno d’Italia, per rendere omaggio alla memoria dell’editore Arnaldo Lombardi, scomparso sei mesi fa, considerato tra gli indiscussi protagonisti della scena culturale siracusana degli ultimi decenni. Il nuovo Premio Arnaldo Lombardi sarà una delle novità che contraddistinguerà il rinnovato Premio Letterario Elio Vittorini che, dopo una pausa forzata durata sette anni (l’ultima edizione risale al 2012 considerato che quella del 2013, dopo la designazione dei vincitori, non si è poi svolta per le sopravvenute difficoltà dell’allora Provincia Regionale di Siracusa che sosteneva economicamente la manifestazione), dalla prossima estate riprenderà il suo cammino con una veste largamente rivisitata. Le due indicazioni sono emerse dalla “Serata Vittorini – Omaggio ad Arnaldo Lombardi”, svolta nel Salone “Paolo Borsellino” di Palazzo Vermexio e promossa dall’Associazione culturale Vittorini-Quasimodo con il patrocino dell’Amministrazione Comunale di Siracusa il sostegno di Confcommercio Siracusa che sosterrà il nuovo corso del Premio Vittorini.

A fare gli onori di casa è stato l’assessore alle politiche culturali dell’Amministrazione Comunale di Siracusa, Fabio Granata, che ha voluto porre l’accento sulla poliedricità della figura di Arnaldo Lombardi e sull’incessante lavoro svolto per riuscire a creare una rete tra editori indipendenti non solo della Sicilia ma anche di altre regioni del Mezzogiorno per dare corpo ed organicità a progetti culturali di ampio respiro. Lo stesso assessore Granata ha anche rassicurato circa l’accoglimento della petizione rivolta dall’Associazione culturale Vittorini-Quasimodo con diverse decine di firme per il conferimento della cittadinanza onoraria post mortem ad Arnaldo Lombardi. A porgere il proprio saluto anche il Sovrintendente della Fondazione Inda – l’Istituto Nazionale del Dramma Antico – Antonio Calbi che ha salutato con piacere il ritorno del Premio Vittorini sottolineando come lo scrittore siracusano non sia soltanto patrimonio di questa città ma dell’intera comunità nazionale. La Fondazione Inda, per altro, in forme e modi ancora da definire nel dettaglio, sarà tra i partner del rinnovato Premio letterario Elio Vittorini. Interlocuzioni sono state avviate anche con il Salone del Libro di Torino e il Festival della Letteratura di Mantova in maniera tale da creare attorno al Premio, così come per altro auspicato da più parti, spazi di confronto, dibattito e di incontri con gli autori.

A sottolineare lo strettissimo rapporto tra la figura di Arnaldo Lombardi e il Premio Vittorini è stato il presidente dell’Associazione Culturale Vittorini-Quasimodo Enzo Papa. Lo ha fatto ripercorrendo alcune delle tappe salienti della vita professionale dell’editore siracusano intrecciandole con quelle dei diciotto anni di storia del Premio Vittorini, sottolineando il valore e la caratura di alcuni dei premiati e dei numeri siti che hanno via via impreziosito l’albo d’onore della manifestazione. La Serata Vittorini è stata anche l’occasione per saldare – almeno in parte – il debito di riconoscenza con uno dei tre vincitori dell’ultima edizione, quella “mutilata” del 2013, del Premio Vittorini. E’ stato il maestro Giuseppe Giardina, autore di un bassorilievo raffigurante la Venere Anadiomene lungo il fianco della quale corre un garofano rosso, a consegnare a Massimo Maugeri – lo scrittore catanese che nel 2013 con “Trinacria Park” aveva vinto il Premio Vittorini assieme a Chiara Gamberale e Paola Mastrocola – il riconoscimento che era stato preparato per quell’occasione. E’ stato, infine, il presidente di Confcommercio Siracusa Elio Piscitello a raccogliere e rilanciare la sfida della virtuosa alleanza tra mondo dell’imprenditoria commerciale e cultura. Un campo non nuovo per l’organizzazione siracusana protagonista ormai da alcuni anni anche di altre operazioni di questo genere. Tra l’altro Piscitello, sottolineando come ormai diversi studi abbiano certificato come ogni euro speso in cultura sia capace di “restituirne” almeno il doppio per l’economia delle comunità coinvolte, ha anche annunciato la volontà di coinvolgere in questo cammino di rinascita del Premio Vittorini anche altre organizzazioni a cominciare dalla Camera di Commercio.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20
Visualizzazioni: 69

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *