breaking news

Siracusa | Riorganizzazione Camere di Commercio siciliane, Piscitello: ”Insieme per la quinta Camera”

22 Dicembre 2021 | by Redazione Webmarte
Siracusa | Riorganizzazione Camere di Commercio siciliane, Piscitello: ”Insieme per la quinta Camera”
Attualità
'
0

Il presidente di Confcommercio di Siracusa, Elio Piscitello, lancia un appello a tutte le parti in causa affinché s’impegnino concretamente per individuare una soluzione condivisa, abbandonando definitivamente scontri e personalismi che danneggiano fortemente il sistema produttivo siciliano.

L’appello di Piscitello arriva poco prima dell’incontro organizzato dall’assessore regionale alle attività produttive, Girolamo Turano, con le associazioni di categoria per discutere dell’apparentemente irrisolvibile problema della riorganizzazione delle Camere di Commercio siciliane. Il presidente di Confcommercio di Siracusa, si rivolge a tutte le parti in causa affinché s’impegnino concretamente per individuare una soluzione condivisa, abbandonando definitivamente scontri e personalismi che danneggiano fortemente il sistema produttivo siciliano. “Entro il 31 dicembre il Presidente della Regione deve presentare, ai sensi dell’art. 54 ter 1° comma della legge 106/2021, una proposta di riorganizzazione del sistema Camerale. Facciamo in modo che questa sia una proposta condivisa da tutti. Si chieda, senza subordinate, l’istituzione di una quinta Camera di Commercio in Sicilia, al fine di consentire la creazione di autonome circoscrizioni camerali per le tre città metropolitane (Palermo, Catania e Messina) e di poter suddividere le altre sei provincie in ulteriori due circoscrizioni, omogenee per numero e tipologie d’imprese”.

“Questa è l’unica soluzione che potrebbe trovare tutti d’accordo e risolvere gli innumerevoli problemi organizzativi e di rappresentatività dei territori minori e delle diverse associazioni di categoria che hanno compromesso il buon esito dei precedenti accorpamenti in Sicilia. Ogni altra soluzione finirebbe per scontentare qualcuno, senza risolvere, di fatto, i gravi problemi organizzativi e di sostenibilità economico finanziaria che investono il nostro sistema camerale. Si predisponga quindi un documento unitario da sottoporre alla firma di tutte le parti coinvolte, partendo dalle associazioni di categoria fino ai parlamentari regionali e nazionali”. Un appello che Piscitello intende sottoporre a tutte le associazioni e soprattutto alla politica per salvare il futuro delle imprese siciliane, consentendo alle Camere di Commercio di poter essere protagoniste del rilancio economico della Sicilia, contribuendo al corretto utilizzo dei fondi del PNRR”.

“Nel frattempo, – continua Piscitello – si sospenda l’oneroso e complicato procedimento di scomposizione del sistema camerale, mantenendo, per il breve periodo necessario, gli attuali accorpamenti, e si concentrino le energie per far sì che la richiesta di una quinta camera proveniente dal sistema politico e produttivo siciliano venga finalmente accolta. Per togliere eventuali alibi e facilitare questa soluzione potrebbe essere utile, altresì, procedere ad una contestuale interruzione delle procedure di vendita dell’aeroporto di Catania, delegando al Presidente della Regione il compito di avviare un ampio confronto sull’organizzazione del sistema aeroportuale siciliano e sull’utilità di mettere in vendita ad operatori privati quote di maggioranza o controllo delle società di gestione”. Il presidente Piscitello conclude appellandosi al buon senso di tutti per costruire un nuovo e condiviso sistema camerale, dimostrando che le associazioni di categoria sanno essere protagoniste nella determinazione delle dinamiche di sviluppo economico dei territori ed operano esclusivamente nel primario interesse delle imprese che rappresentano.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com